Novità nel mondo della scuolaTribuno del Popolo
mercoledì , 18 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Novità nel mondo della scuola

Un investimento di 300 milioni per il triennio 1014-2016 per la riqualificazione degli edifici scolastici. Sotto indicazione dell’UE, l’Italia deve puntare ad accrescere la competitività con riforme economiche, e questo vale anche per la scuole.

Photo Credit

Come? Limitare gli abbandoni scolastici e migliorando la qualità e i risultati della scuola. E’ un investimento. La scuola come un patrimonio da ripristinare per accrescere il suo valore economico.

Interventi sul sistema universitario: fin ora c’era l’obbligo di assumere un nuovo docente ogni cinque pensionati. Con il nuovo provvedimento sarà possibile assumerne uno nuovo ogni due pensionati. Si libereranno posti per 1500 ordinari e 1500 nuovi ricercatori.

12 milioni di euro per le borse “per la mobilità” (5 milioni saranno sbloccati già dall’anno prossimo e 7 l’anno successivo). Queste borse sono a favore di studenti che avranno conseguito risultati scolastici eccellenti con voto di diploma pari o superiore al 95 e che intendano iscriversi per l’anno accademico 12013-1014 e che si iscrivono a corsi in regioni diverse da quelle di residenza. Una cerchia molto ristretta.

Verranno snellite le procedure per far sbloccare le risorse in favore degli atenei. E’ previsto di incaricare l’Anvur (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca) per valutare l’efficienza dei servizi delle università e degli enti di ricerca per semplificare il sistema di valutazione attualmente in vigore.

Per quanto riguarda il campo della ricerca, a sostegno e allo sviluppo delle attività di ricerca fondamentale e industriale, ci saranno dei contributi. Gli interventi da finanziare riguardano sopratutto lo sviluppo di star-up innovative ( servizi innovativi e tecnologici) e di spin-off universitari (nuove imprese che, a partire da imprese preesistenti, che perseguano idee innovative in un ambito di ricerca universitaria per dare uno sbocco sul mercato all’innovazione in questione mediante una nuova società).

Si pensa, anche, alla valorizzazione di progetti di social innovation per giovani con meno di 30 anni. Potenziamento dei rapporti di ricerca pubblica e le imprese. Potenziare le infrastrutture universitarie e degli enti pubblici di ricerca.

Un prodotto commercialmente appetibile. Questo la nuova società europea sta creando. Tutto è economia, concorrenza, mercato. Siamo il mezzo per creare profitto, non i beneficiari del profitto. Non è per noi che vengono prese queste iniziative, ma per creare capitale, siamo, appunto, capitalismo.

Glenda Silvestri

 VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top