Nuovo decreto sulla scuola: pronta l’assunzione di 27 mila insegnanti di sostegnoTribuno del Popolo
lunedì , 24 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Nuovo decreto sulla scuola: pronta l’assunzione di 27 mila insegnanti di sostegno

All’indomani del decreto Imu, il premier apre sul fronte scuola: nuove assunzioni, nuove speranze.

Fonte: Oltremedianews

Finalmente una notizia positiva nel campo delle assunzioni e del miglioramento della qualità delle scuole italiane: il governo nei prossimi giorni sarà impegnato a emanare un provvedimento in ambito scolastico che annuncia la stabilizzazione di 27mila posti per gli insegnanti di sostegno.

Enrico Letta, terminato il provvedimento Imu, annuncia di volersi impegnare in quello che sarà il ‘provvedimento più importante’ che occuperà il governo nei prossimi giorni: “Il mondo della scuola ha pagato duramente la crisi, i tagli degli anni scorsi, vogliamo dare un segnale di attenzione e di speranza”.

Si aprono così nuove speranze finalmente sul fronte scuola, e per la prima volta dopo troppo tempo, si aprono in modo positivo. Le aspettative sono alte, forse un nuovo decreto, un nuovo ddl, che si dovrebbero vedere ultimati entro il 9 di settembre. Saranno due i temi cardine di cui si occuperà il governo: una nuova attenzione per i lavoratori delle scuole –che dopo la riforma Fornero erano rimasti piuttosto frustrati e insoddisfatti, per non dire disoccupati e precari – e uno su studenti e famiglie, con un focus particolare riservato al diritto allo studio dei giovani.

L’Italia vuole dare una nuova attenzione alla vita degli studenti e alla qualità dello studio, oltre che risolvere ciò che le precedenti riforme hanno portato ad uno stato di allarme: “vanno risolte le emergenze di precari e inidonei che bloccano le assunzioni Ata”, richiedono Flc e Cgil.

Sono infatti circa 3.500 i docenti cosiddetti ‘inidonei’ esclusi quindi dall’insegnamento, in base alla spending review, che sono stati quindi impiegati nelle biblioteche, nei laboratori e nelle segreterie, togliendo per altro posto lavorativo a chi dovrebbe occupare quelle posizioni per propria professione, come i tecnici di laboratorio e gli ausiliari tecnici amministrativi, che oggi ammontano circa a 3.730.

Il governo l’ha annunciato: “Sarà un provvedimento che migliorerà la vita degli studenti” dice il ministro Carrozza, e lo Stato ora si aspetta una manovra che finalmente risolva, almeno in parte, tutti quei disagi che ha dovuto affrontare in questi ultimi anni. Stabilire 27 mila posti per un nuovo organico che permetta un miglioramento del funzionamento scolastico sarebbe davvero dare una marcia in più per la scuola italiana.

 Federica Bani

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top