OGGI AL CINEMA: The monuments menTribuno del Popolo
martedì , 28 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

OGGI AL CINEMA: The monuments men

Oggi nei cinema un film scritto, diretto prodotto e interpretato da George Clooney. Tratto dalla storia vera di un gruppo di critici, esperti d’arte e direttori di musei che durante la seconda guerra mondiale si arruolarono per salvare l’arte da Hitler.

Fonte: Oltremedianews

Giovedì 13 febbraio è uscito nelle sale italiane “The monuments men”, film prodotto, diretto e interpretato da George Clooney, che è stato presentato al festival berlinese tra gli applausi di pubblico e critica i primi giorni di febbraio.

Grazie ad un cast stellare ed internazionale e ad un alto budget Clooney rende film il libro “Monuments Men. Eroi alleati, ladri nazisti e la più grande caccia al tesoro della storia” di Robert M. Endesel pubblicato nel 2009.

Tratto da una storia vera, narra l’impresa compiuta da un gruppo di esperti e amanti d’arte degli Stati Uniti che, con l’aiuto di curatori di mostre, proprietari di musei e critici di altre nazioni europee, riesce a recuperare molti dei tesori d’arte trafugati da Hitler e dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale. I sette uomini del film salvano l’enorme bottino che Hitler aveva fatto prelevare da musei, case private, chiese e palazzi per creare una enorme raccolta e chiuderla sotto il tetto di un fantomatico “Fuhrer Museum”.

L’impresa è poco conosciuta, ma Clooney grazie al cast con Matt Damon, Jean Dujardin, Kate Blanchett, Bill Murray, John Goodman e Hugh Boneville tra gli altri e a una lettura ironica, avventurosa e a volte divertente (secondo lo stile della trilogia degli “Oceans”) narra agli spettatori la storia di chi ha rischiato la vita per l’arte, per quei capolavori che oggi occupano ancora i loro musei e le loro chiese e che fortunatamente non sono stati trafugati o distrutti dal conflitto.

E’ quindi un film che fa riflettere, senza dimenticare lo spettacolo. Fa riflettere su come l’uomo possa rinunciare a valori inestimabili come l’arte, la pittura e la sacralità di alcuni maestri del passato e del presente per il potere e la supremazia sull’altro.

Recupereranno opere di Leonardo da Vinci, Monet, Cezanne, statue di Michelangelo, pale religiose e moltissimo oro attraverso una ricerca per l’Europa negli ultimi due anni del conflitto, scovando gli ingegnosi nascondigli dei tedeschi dove centinaia, migliaia di opere erano celate senza riguardo per il loro valore e la loro fragilità.

La scommessa di Clooney ha un look molto accattivante, la combinazione degli attori è infatti già, di per sé una vittoria. La combriccola di soldati non troppo abituati ai proiettili e al sangue sembra piombata in una realtà a loro troppo estranea, dove lo sbarco in Normandia o un plotone di tedeschi fanno solo da sfondo alla loro ricerca, alla loro missione.

L’addizione di messaggio, storie e ricco divertimento per il pubblico è quindi ben riuscita, sommando queste e l’ironia del regista lo spettatore apprezzerà il Dujardin dal simpatico sorriso di “The Artist”, il Goodman dalla comicità de “Il grande Lebowski”, il Cloneey di “In amore niente regole” e un Matt Damon finalmente un po’ meno serioso del solito.

Per ricordarsi però, alla fine della proiezione, oltre che delle risate, anche di quegli uomini monumentali, che salvarono un popolo, un popolo europeo depauperato della sua cultura, delle sue origini e delle sue radici, senza le quali qualsiasi nazione, seppur ancora con la spada sguainata e coperta del nero sangue del nemico, sarebbe sconfitta.

Trailer del film:                                                                                                                                         

Trama: 3/5

Regia: 4/5

Recitazione: 4/5

Fotografia: 2/5

Colonna sonora: 3/5

Originalità: 4/5

Consigliato a chi: vuole riflettere, ma anche sorridere.

                                                          Claudia Paccosi

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top