Onu. Maduro: "Salvare l'umanità da diseguaglianza e saccheggio"Tribuno del Popolo
mercoledì , 29 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Onu. Maduro: “Salvare l’umanità da diseguaglianza e saccheggio”

Nicolàs Maduro ha parlato davanti all’Assemblea delle Nazioni Unite e lo ha fatto sottolineando l’importanza e la necessità di una nuova geopolitica che “rispetti la sovranità delle nazioni” . Il presidente venezuelano ha anche parlato della sua aspirazione a una politica che chiuda per sempre con imperialismo e colonialismo. 

Il presidente del Venezuela, Nicolàs Maduro, ha parlato davanti all’Assemblea delle nazioni a New York e lo ha fatto toccando diversi punti molto importanti e sottolineando l’importanza e la necessità della costruzione di nuove relazioni internazionali per una politica estera che sia di “pace, giustizia, uguaglianza, che rigetti ogni intento di egemonizzare, con le minacce o con la forza, il mondo”.  Parole di pace insomma, parole che non troverete nei giornali occidentali, o almeno non in prima pagina, ma parole importanti e che non sono passate inosservate. Maduro ha anche ricordato che in questi giorni ricorrono i 200 anni della Carta di Jamaica, un documento nel quale Simòn Bolìvar ha delineato quella che secondo Maduro dovrebbe essere la politica da adottare in tutto il continente sudamericano e che chiude i conti con imperialismo e colonialismo.

Maduro ha anche toccato temi di attualità ad esempio ribadendo il suo appoggio incondizionato al piano di Putin contro il terrorismo in Siria per porre fine alla guerra in atto dal 2011 e che per Maduro, come per Chàvez prima di lui, ha visto la pesante ingerenza degli Stati Uniti. Il Venezuela peraltro è anche un membro del Consiglio di Sicurezza dell’Onu e in questa veste Maduro ha fatto sapere che “presenterà una proposta per aiutare il popolo siriano a combattere realmente i gruppi terroristici fomentati dall’Occidente”. Il presidente venezuelano ha poi domandato polemicamente: “Chi pagherà per i crimini in Libia, Iraq e in Afghanistan?” , e poi ancoraci dev’essere il riconoscimento dei tragici errori commessi invadendo e bombardando popoli fratelli”. 

Ma Maduro ha lanciato un messaggio molto chiaro anche all’Europa, che sulla Siria è rimasta colpevolmente in silenzio: “L’Europa non creda che una tragedia umanitaria in Siria non vada a interessare le sue coste, i suoi territori e l’intera società civile europea”. L’attenzione del presidente venezuelano comunque è stata concentrata principalmente sullo sviluppo dell’America Latina, uno sviluppo che vorrebbe basato su indipendenza e sovranità: “Possiamo affermare davanti alle Nazioni Unite che l’America Latina ha consolidato la Comunità degli Stati Latinoamericani e dei Caraibi, l’Unasur, l’Alba e Petrocaribe”. Non solo, Maduro ha anche detto chiaramente che il Venezuela si sta trovando ad affrontare grandi sfide per la “costruzione di un modello sociale, economico, peculiarmente venezuelano, ispirato al pensiero del Libertador Simón Bolívar. Un modello umanistico“. Infine l’appello: “Bisogna salvare l’umanità dalla disuguaglianza e dal saccheggio, in quanto cause della guerra (…) è venuto in questo secolo il momento di costruire un mondo multipolare, senza egemonia”

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top