Orari fino a mezzanotte, è NataleTribuno del Popolo
mercoledì , 24 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Orari fino a mezzanotte, è Natale

Il noto centro commerciale Le Gru di Grugliasco, in provincia di Torino, fino al 23 dicembre farà osservare ai suoi dipendenti la chiusura a mezzanotte e non alle 22.00. Una decisione che farà discutere e che ha scatenato la reazione dei sindacati che minacciano uno sciopero. Insomma procede a passo svelto l’ “americanizzazione” di ogni aspetto della nostra vita. 

Dal 18 al 23 dicembre i dipendenti del centro commerciale “Le Gru” di Grugliasco, come riportato da tutti i principali quotidiani (Vedi La Stampa) rimarranno aperti fino a mezzanotte, due ore in più del normale dato che l’orario di chiusura normale del centro commerciale è alle 22.00. Una notizia tutto sommato come tante altre, non fosse che ancora una volta si assiste alla decisione di mettere i bisogni degli esseri umani, e quindi dei dipendenti, in secondo piano rispetto ai profitti. Del resto “Le Gru” è un centro commerciale enorme che attira ogni giorno sotto Natale migliaia e migliaia di persone, ed è anche situato in una zona non servita al meglio dai mezzi pubblici sicchè per molti uscire a mezzanotte piuttosto che alle 22.00 potrebbe anche essere un problema. Non a caso i sindacati hanno deciso di prendere posizione: “I lavoratori dei negozi, da quelli piccoli alla grande distribuzione, potranno incrociare le braccia all’ora della chiusura normale del centro, senza dover proseguire il turno fino alle 24″, ha riferito a “La Stampa” Luca Sanna di Filcams Cgil, che ha ricordato come la chiusura a mezzanotte per molti lavoratori diventa in poche parole una condanna a uscire all’alba in quanto ci sono le pulizie da fare. Una raccolta di firme tra i lavoratori ha certificato che il 90% è assolutamente contro l’apertura sino a mezzanotte ma le grandi catene, come prevedibile, non aderiranno allo sciopero. In molti hanno utilizzato la retorica del fatto che la maggioranza delle commesse siano donne, ed è sicuramente giusto dato che molte di loro hanno dei bambini a casa e saranno costrette a tornare a casa troppo tardi, ma è opportuno ricordare che anche per uomini e ragazzi non è certo bello essere obbligati a rimanere due ore in più. Inoltre in molti temono che tale variazione dell’orario decisa per Natale possa diventare poi permanente, per non parlare dell’atteggiamento di quei lavoratori non a tempo indeterminato che per mettersi in buona luce rispetto ai superiori non si lamenteranno dell’aumento dell’orario, costringendo così tutti ad allinearsi. Per la serie vi piace l’America? Eccola qua.

Photo Credit@http://www.regioni-italiane.com/mercatino-natale-alle-gru.htm

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top