Pakistan. I droni Usa hanno ucciso 2400 persone dal 2004, ma solo 84 erano di Al QaedaTribuno del Popolo
mercoledì , 26 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Pakistan. I droni Usa hanno ucciso 2400 persone dal 2004, ma solo 84 erano di Al Qaeda

Gli attacchi dei droni americani in Pakistan hanno già ucciso 2.400 persone dal 2004. Solamente 84 di loro però sarebbero stati membri di Al Qaeda, segno del fallimento sostanziale della lotta al terrore operata dalla Casa Bianca.

Ben 2400 morti in dieci anni, dal 2004 a oggi, decisamente tanti soprattutto se oltre il 90% erano cittadini incolpevoli uccisi per errore. Solo 84 delle vittime infatti sarebbero stati membri attivi di Al Qaeda o di altre organizzazioni terroristiche. L’11 ottobre gli Usa hanno realizzato l’ennesimo attacco con i droni nel Nord Ovest del Pakistan, l’ennesimo perchè sono dieci lunghi anni che vengono effettuati attacchi nelle montagne pakistane. Dei 2400 morti accertati solamente 704 sono stati identificati, e di questi solo 295 erano membri di gruppi armati di diverso tipo, (Fonte Rt.com). Per ricostruire le identità delle vittime il Bureau del Giornalismo Investigativo con base in Gran Bretagna  ha collezionato i dati relativi ai nomi e dove possibile i dettagli relativi alle circostanze della morte, includendo sia fonti del governo del Pakistan, sia altre fonti. Insomma meno del 4% delle vittime accertate sarebbe collegabile in qualche misura ad Al Qaeda. Tutto questo contraddice in modo sostanziale quanto dichiarato dal Segretario di Stato della Casa Bianca, John Kerry, che ha difeso a spada tratta l’operato delle missioni americane in Pakistan: “Le sole persone che combattiamo sono confermate come obiettivi terroristici, al livello più alto. Noi non spariamo a persone che pensiamo essere terroriste“. Parole smentite dall’Uk  Bureau of Investigative Journalism dal momento che più di un terzo di quelli etichettati come militanti non avevano alcuna carica e circa il 30% non era nemmeno collegato a un gruppo armato specifico. Insomma, solo 111 tra quelli che sono stati uccisi in Pakistan dal 2004 dagli attacchi con i droni erano effettivamente dei comandanti di diverso livello di gruppi armati. Altri 73, sarebbero stati militanti di medio livello di gruppi armati. Dal conto suo il Pentagono insiste che gli attacchi vengono realizzati solo quando ci sarebbe la certezza di non colpire civili, ma questo come abbiamo visto non è accaduto. Nel settembre del 2001, tre giorni dopo l’11 settembre, il Congresso Usa assegnò l’autorizzazione per l’uso della forza militare (Aumf) per dare al presidente americano il diritto di utilizzare tutta la forza ritenuta necessaria nei confronti dei terroristi. Peccato che tale Aumf non ha mai nominato nessun gruppo particolare e nel maggio del 2013 Obama ha parlato come target di Al Qaeda e dei suoi alleati. Il Bureau inglese insomma è giunto alla conclusione consultando documenti della Cia che gli Usa non verificano l’affiliazione di tutti i loro bersagli.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top