Pakistan. Si impone alle urne il conservatore SharifTribuno del Popolo
martedì , 30 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Pakistan. Si impone alle urne il conservatore Sharif

Il vincitore delle elezioni parlamentari in Pakistan è Nawaz Sharif, capo del partito conservatore Pakistan Muslim League.

Photo Credit

Ancora Sharif. Il Pakistan sconvolto dalle minacce degli estremisti islamici di colpire a morte tutti coloro che si sarebbero recati alle urne, alla fine ha scelto il suo futuro votando Nawaz Sharif, il capo del partito conservatore del Pakistan Muslim League che aveva già vinto le elezioni nel 1999 per poi venire destituito ed esiliato da un golpe militare. Sharif ha rivendicato la vittoria nelle elezioni parlamentari per rinnovare i 272 seggi dell’Assemblea Nazionale (la Camera bassa del Parlamento) del Pakistan, iniziando anche una serie di consultazioni per la formazione del governo. La vittoria di Sharif dovrebbe dare maggiore stabilità a un paese, il Pakistan, che negli ultimi anni è rimasto vittima di una enorme insicurezza interna con attentati a sfondo religioso che hanno insanguinato più di una volta il Paese. Al confine con l’Afghanistan poi l’esercito pakistano è in continua allerta per via della guerriglia dei militanti islamici, così Sharif sarà chiamato a portare stabilità quanto prima per evitare che il Paese possa scivolare nel caos. Già ieri sera i suoi sostenitori hanno iniziato a festeggiare la vittoria per le strade del paese, dopo la pubblicazione dei primi exit-poll, e nei prossimi giorni Sharif terrà una conferenza stampa ufficiale per celebrare la sua vittoria. Si tratta della prima volta in Pakistan che un governo “democratico”  consegni il potere a un altro governo eletto democraticamente.

Sharif ha comunque fatto un appello a tutti gli altri partiti a collaborare per risolvere i problemi del paese e ha ottenuto il riconoscimento della vittoria da parte di Imran Khan, popolare ex giocatore di cricket che era a capo del Pakistan Tehrik-i-Insaaf (PTI).Il partito di maggioranza alle ultime elezioni del 2008, il Pakistan People Party (PPP) di centrosinistra, guidato dal figlio dell’ex primo ministro uccisa in un attentato nel 2007, Benazir Bhutto, ha subito una cocente sconfitta. Male anche l’ex premier Prevez Musharraf, che ha ottenuto solo un pugno di seggi. Oltre che per l’Assemblea Nazionale si è votato anche per l’elezione dei membri delle quattro Assemblee provinciali: il partito di Sharif ha ottenuto la maggioranza nella provincia del Punjab, in cui vive circa il 60 per cento della popolazione del paese, mentre il partito di Imran Khan, stando alle proiezioni, dovrebbe avere un’ampia maggioranza nella città di Peshawar, capitale della provincia di Khyber Pakhtunkhwa.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top