Panama Papers e l'ennesima russofobia acuta | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
lunedì , 25 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Panama Papers e l’ennesima russofobia acuta

La propaganda antirussa rasenta ormai il grottesco sullo stile dell’ “Impero del male” di reaganiana memoria. Putin viene accusato di essere uno dei principali leaders coinvolti dal cosiddetto “Panama Papers”, eppure è l’unica persona non menzionata in quasi 12 milioni di documenti.

Non sai di chi è la colpa? Dalla a Putin e tutto l’Occidente ti verrà dietro se non altro perchè negli ultimi anni i media hanno talmente lavorato pancia a terra per costruire una immagine della Russia completamente negativa da rendere credibile ormai ogni genere di accusa. Così Putin viene accusato sostanzialmente di qualsiasi cosa, anche aldilà di ogni ragionevolezza. Con il caso del Panama Leaks ad esempio tutti i media, come abbiamo già detto, hanno messo il nome del presidente russo in prima pagina accusandolo in tutti i modi di aver occultato milioni. Peccato che non sia stata fornita alcuna prova a surrogare queste accuse, ancor più che quello di Putin è l’unico nome a non comparire mai ! E anche se siamo ancora in attesa di capire come mai non compaia alcun americano negli 11,5 milioni di files resi pubblici ancora non riusciamo a capacitarci di come i media prendano per buona qualsiasi fonte americana, come se fossero sinonimo di neutralità! Del resto Sputnik ha risposto ricordando come gli introiti ufficiali di Putin ammontino a 150.000 dollari all’anno e che Putin possiede anche un appartamento, un appezzamento di terra un garage e quattro automobili. Barack Obama riceve uno stipendio di 400.000 dollari all’anno, mentre la Merkel circa 230.000 dollari all’anno. Ed è davvero singolare credere che tutto il mondo abbia occultato soldi a Panama tranne i cari amici americani…eppure i media ormai riescono a far credere a qualsiasi cosa.

Tribuno del Popolo

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top