Papa Francesco: "Io marxista? non mi sento offeso"Tribuno del Popolo
mercoledì , 18 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Papa Francesco: “Io marxista? non mi sento offeso”

Papa Francesco: “Io marxista? non mi sento offeso”

Clamorosa ammissione di Papa Francesco che alle domande di “La Stampa” ha risposto di non sentirsi offeso se gli si da del marxista. Quante differenze con i suoi predecessori..

Papa Francesco fa discutere, vuoi per le differenze plastiche che lo separano dai suoi predecessori, vuoi per il suo modo di fare pacato e vicino alla gente, vuoi perchè, per la prima volta, non sembra accordarsi alla politica prestandosi a supportare lo status quo. Da questo punto di vista Papa Francesco è sicuramente un rivoluzionario dal momento che i suoi illustri predecessori hanno da sempre fatto la stampella del potere costituito. Basti pensare a cosa scriveva la Chiesa nel 1948, quando in Italia c’era da supportare la DC contro il “pericolo rosso”; all’epoca bastava essere vicini al Pci o alle teorie marxiste per rischiare la scomunica, e tutti possono immaginare quanto influì la Chiesa nel determinare la sconfitta delle sinistre in quell’occasione. Papa Francesco invece è diverso, radicalmente diverso, talmente diverso da criticare frontalmente il neoliberismo, talmente diverso da criticare i fondamenti stessi del capitalismo, lo stesso capitalismo che la Chiesa ha puntellato in chiave anticomunista. “Papa marxista? Non mi sento offeso”, ha detto Papa Francesco alle domande di Andrea Tornielli, vaticanista di “La Stampa”. Non illudetevi, Papa Francesco non ha detto di essere comunista, ha definito “sbagliata” l’ideologia marxista, ma ha poi precisato: “ma nella mia vita ho conosciuto tanti marxisti buoni come persone e per questo non mi sento offeso”. Questa la risposta data ad alcuni ultraconservatori americani che ovviamente avendo sentito le parole di Papa Francesco lo hanno accusato di essere troppo di sinistra, come se  fosse una colpa volersi seriamente occupare delle persone in difficoltà.  Durante un’omelia della Messa celebrata ogni mattina nella sua residenza di Casa Santa Marta, Bergoglio aveva spiegato che il suo messaggio “non è comunismo, ma Vangelo”. Dunque il fatto che Papa Francesco parli del Vangelo viene scambiato dai sostenitori del capitalismo e del neoliberismo come un atto di marxismo, questo dovrebbe far capire fino a che punto si è spinto il fanatismo dei mercati imperanti. Per Francesco  infatti “il rapporto tra la Chiesa e la politica deve essere allo stesso tempo parallelo e convergente. Parallelo perché ognuno ha la sua strada e i suoi diversi compiti. Convergente, soltanto nell’aiutare il popolo. Quando i rapporti convergono prima, senza il popolo, o infischiandosene del popolo, inizia quel connubio con il potere politico che finisce per imputridire la Chiesa: gli affari, i compromessi. Bisogna procedere paralleli, ognuno con il proprio metodo, i propri compiti, la propria vocazione. Convergenti solo nel bene comune. La politica è nobile, è una delle forme più alte di carità, come diceva Paolo VI. La sporchiamo quando la usiamo per gli affari. Anche la relazione fra Chiesa e potere politico può essere corrotta, se non converge soltanto nel bene comune”. Per non parlare delle accuse lanciate di Francesco alla fame del mondo, un problema che il Papa addossa alla cultura dello spreco e quindi al capitalismo. Quindi è assolutamente scorretto definire Papa Francesco un marxista, e noi che non siamo credenti non intendiamo di certo strumentalizzarlo. Quel che è certo è che, parole di Papa Francesco alla mano, sicuramente in passato la Chiesa ha strumentalizzato la politica facendo passare messaggi del tutto errati. Del resto se oggi ancora milioni di persone hanno pregiudizi nei confronti del marxismo, è proprio per le posizioni ottuse prese dalla Chiesa che ha finito per appoggiare movimenti politici che si richiamano a ideali opposti a quelli che dovrebbero ispirare i Vangeli, e viceversa a demonizzare quei movimenti politici che pur essendo a parole per l’ateismo, di fatto sicuramente erano più allineati a quegli stessi ideali.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/lyonora/8756723747/”>lyonora</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.0/”>cc</a>

D.C.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top