Paraguay. La triste storia di un golpe annunciato | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
giovedì , 19 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Paraguay. La triste storia di un golpe annunciato

Fernando Lugo, presidente in carica di centrosinistra in Paraguay, è stato recentemente destituito dal Parlamento con quello che è stato definito da molti come un vero e proprio golpe. Al suo posto ha preso il potere il suo vice Federico Franco, ma questo avvicendamento era già stato previsto nel 2009 dai servizi americani. Lo ha rivelato uno dei numerosi cable di Wikileaks risalente al 28 marzo 2009.

Storia di un golpe annunciato da almeno tre anni. Stiamo parlando del “golpe” in Paraguay avvenuto da qualche giorno ai danni di Fernando Lugo, presidente di centrosinistra che è stato destituito con scuse pretestuose per fare largo a quello che era il suo vice, Federico Franco, uomo dal cognome che evoca infausti scenari del passato. Secondo le ultime indiscrezioni però, quanto successo in Paraguay sarebbe stato puntualmente previsto almeno tre anni fa. Esisterebbe infatti un cable di Wikileaks che proverebbe che la Casa Bianca fosse a conoscenza sin dal 2009 di  una ”persecuzione politica” nei confronti di Fernando Lugo e di un tentato ”golpe” per rovesciare il suo governo. Tale cable è risalente  al 28 marzo di tre anni fa ed è stato subito classificato come “nota riservata”. Lo ha rivelato il quotidiano ecuadoregno El Telegrafo, secondo cui la comunicazione in questione  sarebbe stata inviata dall’ambasciata Usa ad Asuncion al Dipartimento di Stato americano a Washington: “Circolano voci – si legge – che il leader del partito Unace, il generale Lino Oviedo, e Nicanor Duarte Frutos (ex presidente della Repubblica del Paraguay  dal 2003 al 2008, ndr) stanno cercanco di destituire Fernando Lugo con un impeachment in Parlamento”. Secondo il file segreto i due avrebbero già pianificato da anni il golpe per mettere Franco, esponente di punta del Partito Liberale Radicale Autentico, al posto di Lugo. Questo scenario si sarebbe puntualmente verificato qualche anno dopo, ovvero nei giorni scorsi, con la destituzione di Lugo, accusato di ”inettitudine e mancanza di decoro” per le sue presunte responsabilita’ nell’aumento della violenza nel Paese. Nel documento però l’operazione di spodestare l’ex vescovo Lugo era etichettata come “molto difficile” ‘ nel 2009 poiche’ sia l’Unace che l’Asociacion Nacional Republicana, allora, non disponevano dei voti necessari in Parlamento per mettere in ”stato d’accusa” Lugo. Lo scenario evidentemente nei tre anni successivi è cambiato e ha permesso la realizzazione del piano.el cable, reso pubblico il 30 agosto del 2011, si sarebbe evidenziata inoltre la strettissima alleanza tra Duarte Frutos e Oviedo. Il primo, si legge ancora, ”guadagnerebbe un posto in Senato se il piano di destituire Lugo andasse in porto e, con il sostegno di Oviedo, diventerebbe il terzo pretendente a capo del governo. In questo modo potrebbe tornare alla presidenza” dopo il passaggio ad interim del vicepresidente Franco. ”Tutto e’ possibile in Paraguay”, conclude il messaggio dell’ambasciata statunitense

N

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top