Parigi. Cittadini in piazza per Charlie HebdoTribuno del Popolo
sabato , 18 novembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Parigi. Cittadini in piazza per Charlie Hebdo

“Liberté, égalité, fraternité”: una voce unanime che si alza sotto il cielo di Parigi la sera del 7 gennaio in Place de la République. Una voce che talvolta si spezza per lasciare spazio a urla di rabbia o minuti silenziosi riempiti dalla luce di candele, telefoni e accendini. È l’orchestra di grida e silenzi del popolo parigino per dar voce al proprio cordoglio.

Fonte: Oltremedianews

Gli alberi della piazza, tappezzati di messaggi di solidarietà al giornale satirico Charlie Hebdo, così come le candele sparse qua e là fanno da cornice a questa meravigliosa veglia animata da migliaia di donne e uomini, francesi, arabi, italiani, cinesi: un caleidoscopio di culture unite nello sdegno. Al centro della piazza la statua della Marianne, la Repubblica, è il cuore della manifestazione. Cosparsa di cera colata dalle candele, ricoperta di messaggi strazianti o talvolta ironici, assaltata dai manifestanti, rimane in piedi fiera e silenziosa. Solo l’Égalité, l’Uguaglianza, ai piedi della Repubblica dando le spalle alla Liberté, siede umiliata con la bocca tappata dalla vernice, accanto a sé i volti dei 4 vignettisti vittime del massacro nell’11esimo arrondissement.

Ovunque si legge “Je suis Charlie”, qualcuno lo grida, altri lo bisbigliano tra sé e sé. Nel freddo della notte parigina gli aliti di queste voci si condensano in un’unica nuvola che sembra sparire nel cielo terso della Ville Lumière. Ma le parole risuonano chiare: l’appuntamento sarà in strada nei prossimi giorni per continuare, matite e penne alla mano, ad inneggiare alla libertà d’espressione mutilata a colpi di kalashnikov senza dimenticare quell’Uguaglianza seduta e zittita, con lo sguardo perso tra i tetti di Parigi.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top