Passeggiando in bicicletta, per la Roma di PasoliniTribuno del Popolo
venerdì , 31 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Passeggiando in bicicletta, per la Roma di Pasolini

Domenica 13 aprile torna “La Roma di Pasolini in bicicletta”, l’iniziativa, organizzata da FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta). Questa volta per la Roma Ovest.

Fonte: Oltremedianews

Secondo appuntamento dopo la prima passeggiata del 30 marzo nella zona Est di Roma per i luoghi che fecero da scenario nei film Accattone, La ricotta, Mamma Roma o le borgate in cui fu ambientato il romanzo Una Vita Violenta, nell’area urbana del Mandrione.

Questo fine settimana l’itinerario per la zona ovest percorrerà le “disfatte borgate” protagoniste nelle ultime scene di Accattone e descritte nei versi di Le Ceneri di Gramsci: per l’intero Testaccio, “disadorno tra il suo grande lurido monte, i lungoteveri, il nero fondale, oltre il fiume, che Monteverde ammassa o sfuma invisibile sul cielo”. Proseguendo poi verso il Ghetto ebraico passando per Piazza Costaguti, dove Pasolini visse con la madre nei primi mesi del ’50, in attesa dell’arrivo del padre col quale si sarebbero trasferiti successivamente a Ponte Mammolo. Per strade in salita, ma non troppo impervie, si arriverà alla tappa successiva, Monteverde Vecchio, dove Pasolini andò ad abitare nel ’54, dopo aver abbandonato l’insegnamento. Pasolini lo descrive così, nei versi del Recit: “Com’era nuovo nel sole Monteverde Vecchio! […] Ricco era il quartiere, ma popolana gioia/ ne invadeva interrati ed attici con voci/ vaghe ma violente, canti lieti e feroci/ di garzoni, di serve e d’operai perduti. […] ma era solo un fervore di gente umiliata:/ era solo la pace che una città occupata/ spande nella sua luce come un tempo pura,/ rassegnata a esser vinta, a brulicare oscura”. Poi si arriverà  a Donna Olimpia, detta anche I Grattacieli, dove si “passavano i pomeriggi a far niente”. Qui in compagnia di Silvio Parrello, di circa 70 anni, uno dei “pecetti” di Ragazzi di vita, ci si potrà immergere in quei luoghi che furono descritti anche in Il Ferrobedò, Il Riccetto immaginando quei “ragazzi che giocavano nella piccola gobba ingiallita al sole […] davanti alle scuole elementari Franceschi piene di sfollati e di sfrattati”.

Dopo una pausa ristoro nel parco di Villa Pamphili, il percorso proseguirà per il Buon Pastore verso Nuovo Corviale, per i romani “Il Serpentone”, il noto edificio lungo 1 Km nelle vicinanze della via Portuense. Non è un luogo pasoliniano, fu progettato e costruito nel ’72, ma sarà terribilmente importante confrontarlo con i Grattacieli di Donna Olimpia.La parte conclusiva dell’itinerario si svolgerà passando per la borgata storica del TrulloMonte Cucco (dove fu ambientato il film Uccellini Uccellacci), borgata Petrelli, la Magliana Nuova e si tornerà alla fermata della metro Piramide passando per il Gazometro e via Ostiense.

Partenza quindi ore 9.30 e ritorno previsto per le 16.00.

Dati sul percorso: lunghezza circa 37 Km; altimetria totale circa 300 mt.

Per info consultare la pagine evento cliccando qui o scrivere a rbrt.cavallini@gmail.com

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top