Pd e Pdl ignorano il referendum sugli asili a BolognaTribuno del Popolo
martedì , 28 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Pd e Pdl ignorano il referendum sugli asili a Bologna

Pd e Pdl a Bologna hanno deciso di ignorare l’esito del recente referendum sul finanziamento degli asili che ha visto prevalere il NO dei cittadini agli asili nido privati.

Photo Credit

Viviamo in tempi in cui non basta vincere i referendum o avere dei diritti sanciti dalla Costituzione. Non basta perchè chi prende le decisioni semplicemente può ignorare l’esito dei referendum, consapevole che non gli succederà nulla. Perchè farli allora? Forse per dare l’impressione al resto del Paese che le cose si svolgano come al solito nel rispetto delle regole democratiche. A Bologna è successo esattamente questo dal momento che il Pd e il Pdl bolognesi hanno scelto di ignorare deliberatamente l’esito del recente referendum sugli asili che ha visto prevalere senza dubbio alcuno il NO dei cittadini al finanziamento degli asili nido privati scegliendo quindi di tenere in piedi il sistema di finanziamento pubblico. Il consiglio comunale ha votato ed approvato, grazie all’alleanza Pd-Pdl-Lega, un ordine del giorno che va in questa direzione. Come prevedibile i comitati referendari hanno dichiarato battaglia con una dura contestazione che però non ha smosso di un centimetro il sindaco Virginio Merola: “Non ho paura della convergenza della destra su un nostro principio”. Una vera e propria beffa visto che il referendum consultivo aveva avuto il 60% dei favorevoli e chiedeva l’abolizione dei finanziamenti alle convenzionate. Insomma siamo in mano a una classe politica che va avanti costi quello che costi sulle strade che ritiene giuste. Certo un referendum consultivo non è vincolante, ma costa così tanto ai politici cercare di rappresentare i cittadini che li votano più fare gli interessi propri?

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top