Pd e Sel aprono a Pisapia e alla "lista dei sindaci" | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
giovedì , 23 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Pd e Sel aprono a Pisapia e alla “lista dei sindaci”

Nell’incontro di mercoledì mattina tra Bersani e Vendola i due avrebbero parlato anche di coinvolgere il sindaco di Milano Pisapia in una lista civica dei sindaci del centrosinistra da utilizzare in chiave anti-Grillo.

Continuano le “grandi manovre” in vista delle prossime elezioni a sinistra. L’incontro tra Pier Luigi Bersani e Niki Vendola ha sancito l’avvicinamento tra Pd e Sel, anche se lo spettro di Casini resta sullo sfondo spaventando oltre il sottoscritto, anche gran parte dell’elettorato propriamente di “sinistra”. Mercoledì mattina però Bersani e Vendola hanno parlato anche di Giuliano Pisapia, il sindaco di Milano, che è stato individuato come l’uomo incaricato di creare una lista civica dei sindaci del centrosinistra da utilizzare in ottica elettorale in chiave anti-Grillo. Dal conto suo Pisapia ha assicurato il suo impegno incondizionato e ha promesso che organizzerà la lista dei sindaci. In prima fila ci saranno  Massimo Zedda (Cagliari), Michele Emiliano (Bari), Luigi de Magistris (Napoli), sempre che non decida di seguire Di Pietro, che beninteso potrebbe ancora ricucire con il Pd. Dai territori quindi è  partita la controffensiva al Movimento 5 stelle. Sullo stesso terreno della vita dei cittadini, dei beni comuni. “Per raggiungere l’obiettivo di una proposta di governo  è fondamentale una coalizione  che unisca le forze politiche, le espressioni di impegno civile e sociale presenti sul territorio e tutti quei cittadini che intendono impegnarsi per una svolta anche culturale“, ha detto subito dopo Pisapia con una nota che la dice lunga sulle sue intenzioni nell’immediato futuro. I sindaci e la società civile quindi sono stati individuati come l’arma da utilizzare contro la marea montante dell’antipolitica, anche se schierarli accanto all’Udc potrebbe essere un’arma a doppio taglio dal momento che l’elettorato di sinistra è stanco e avvilito e vivrebbe come una comprensibile umiliazione l’alleanza con l’Udc della Binetti e di Totò Cuffaro.

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top