Peace Now denuncia: Israele allarga gli insediamenti in Cisgiordania | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
venerdì , 28 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Peace Now denuncia: Israele allarga gli insediamenti in Cisgiordania

Nell’ultimo anno secondo la Ong Peace Now il numero di autorizzazioni per la costruzione di abitazioni negli insediamenti israeliani ha registrato un netto aumento.

umalkher

Nel solo anno del 2012 sono state autorizzate ben 6.6.76 nuove unità abitative, quasi tutte nella zona di Gerusalemme Est. Si sarebbe trattato, secondo la Ong israeliana Peace Now di ben 1607 nuove abitazioni rispetto al 201, e diverse centinaia rispetto al 2010.Tra le nuove unità approvate, 3.500 sorgeranno nel corridoio E-1, 523 nel nuovo insediamento i di Gevaot ed oltre 500 a Itamar. Per 1747 di queste abitazioni, i lavori di costruzione hanno avuto inizio lo scorso anno in Cisgiordania, e più di un terzo delle costruzioni negli insediamenti sarebbe avvenuto ad est del muro in Cisgiordania. Solo nel 2012 in Cisgiordania sono nati ben quattro nuovi avamposti: uno a Nahlei Tal, vicino a Ramallah, l’altro a Tzofin Tzafon, vicino a Qalqilyah, un altro ancora a Nablus, e un’altra nell’insediamento di Itamar. Complessivamente, spiega la Ong, lo scorso anno 317 nuove unità abitative sono state costruite senza un regolare permesso di costruzione, cosa che va contro la legge israeliana. E’ quindi chiaro quello che sembra essere l’intendimento del governo israeliano, ovvero quello di procedere con gli insediamenti mettendo la comunità internazionale di fronte al dato di fatto.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top