Perché le foglie dei pomodori si arricciano, le cause e le soluzioni

foglie pomodori

Avete dei pomodori le cui foglie si arricciano, e vorreste sapere il motivo di questa anomalia? Inoltre, vi piacerebbe poter porre rimedio a questo problema in modo facile e veloce? Ecco tutte le risposte alle vostre domande, così che possiate far riprendere al meglio le vostre piante di pomodori.

Perché le foglie dei pomodori si arricciano?

Potreste aver notato che le vostre piante di pomodori abbiano iniziato ad avere foglie arricciate e ruvide, e potrebbe essere necessario intervenire prima che sia troppo tardi.

Tuttavia, in primo luogo sarà fondamentale capire i motivi per i quali ciò accade.

I pomodori, come tutte le altre piante, tendono ad assimilare i minerali presenti nel terreno e all’interno dell’acqua che verrà utilizzata per il loro nutrimento.

Essi dovrebbero poter avere un corretto bilanciamento proprio di tali minerali, ma spesso ciò può non accadere.

L’arricciamento delle foglie di pomodoro può dipendere proprio dallo squilibrio di uno di questi minerali, in particolare dell’azoto. Questo, se presente in quantità troppo elevate, può proprio determinare tale tipo di “sintomo” per le vostre piante di pomodori.

Ovviamente, non dovrete disperarvi ma, allo stesso tempo, non dovrete prendere sottogamba il problema: infatti, più la pianta rimarrà in queste condizioni, più potrà diventare vulnerabile ed essere attaccata da altre malattie o parassiti.

Come rimediare alle foglie arricciate dei pomodori

Per evitare che le foglie dei pomodori continuino ad arricciarsi il consiglio è quello di agire subito e in modo mirato. In primo luogo, controllate la composizione di eventuali prodotti che avrete utilizzato sulla terra che avrete usato per piantare i pomodori.

Nel caso in cui, ad esempio, i concimi contengano azoto dovrete evitare di utilizzarli ancora, in modo da non andare a peggiorare la situazione. Se avevate usato prodotti contenenti azoto per andare ad eliminare le così dette erbacce, cercate un metodo alternativo per raggiungere il medesimo scopo.

Poi, per consentire alla pianta di riprendersi completamente, cercate di seguirla in modo più attento rispetto al passato. Datele molta più acqua, così che possa ridurre la percentuale di azoto accumulata sia al suo interno sia a livello del terreno.

Con il tempo potrete tornare a vedere la vostra piantina di pomodori che si riprenderà e comincerà di nuovo a crescere e a produrre frutti.

Ovviamente, non ricadete più nello stesso errore, e cercate di non somministrare troppo azoto alle vostre colture, sostituendo i prodotti.

Articoli correlati