Polonia. Ancora una svolta a destraTribuno del Popolo
domenica , 24 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Polonia. Ancora una svolta a destra

Trionfa la destra nazionalista anti-Ue a Varsavia dove il partito di Diritto e Giustizia (PiS) si è aggiudicato il 39,1% dei voti. Ora il PiS potrà governare da solo, e in molti temono che imprimerà alla politica interna polacca una nuova, preoccupante e radicale, svolta a destra. 

La destra antieuropeista ha colto un importante successo in Polonia anche se non era certo inaspettato. La premier designata Szydlo del partito di estrema destra PiS potrà dunque governare da sola e senza nessun disturbo, ancor più che per la prima volta nella storia recente nessun partito di sinistra ha ottenuto di sedersi in Parlamento. Il partito ultranazionalista PiS ha trionfato con il 39,1% dei voti contro il 23,4% dell’attuale premier Ewa Kopacz, alla guida del partito centrista di Piattaforma Civica. Ma la cosa ancora più clamorosa è che gli ultradestri del PiS potranno governare completamente da soli e far passare dunque leggi di vario genere contro l’Ue e contro l’emigrazione già nei prossimi mesi.

Al terzo posto si è piazzato con il 9% delle preferenze la rock-star anti-sistema Kukiz, mentre il primo partito di sinistra del Paese è stato “Sinistra Unita” di Barbara Nowacka che non è andato oltre il 6,6% rimanendo così escluso dal Parlamento dato che lo sbarramento è stato posto all’8%. Insomma una nuova, l’ennesima, svolta a destra, dove nelle zone rurali e più povere della Polonia i cittadini hanno votato in massa per  il PiS, mentre nelle zone urbane dell’Ovest ha trionfato Piattaforma Civica. Ovviamente il PiS è anche un partito populista che utilizza una retorica molto aggressiva nei confronti dei migranti coniugando agli ormai soliti slogan come “tolleranza zero” anche una esaltazione del ruolo dei cattolici e dei valori patriottici, per non parlare dell’invito alla riscossa contro le prepotenze di Buxelles, un cavallo di battaglia che la sinistra, anche in Polonia, ha lasciato alla destra più sciovinista e oscurantista. Così il PiS ha già cominciato a suonare la grancassa dell’invasione dei migranti e il suo presidente Jarosław Kaczynski, ha già ammesso candidamente di avere come modello il presidente ungherese Orban. Insomma l’Europa, priva di una sinistra che abbia il coraggio di essere tale, scivola preoccupantemente e velocemente a destra.

 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top