Pompei, tesoro dimenticato d'ItaliaTribuno del Popolo
giovedì , 14 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Pompei, tesoro dimenticato d’Italia

Pompei crolla letteralmente a pezzi. Negli ultimi giorni infatti, forse a causa delle piogge, è crollato un pezzo di muro di due metri e mezzo. Si tratta dell’ennesimo tragico crollo avvenuto nel sito archeologico di Pompei, abbandonato dal governo nonostante potrebbe essere un volano di crescita economica per la regione e il Paese. 

Ancora un dramma che colpisce duramente uno dei tesori più importanti dei beni culturali italiani. Stiamo parlando del sito archeologico di Pompei dove ieri, ancora una volta, si è assistito all’ennesimo crollo, questa volta di un pezzo di muro, forse a causa delle grandi piogge che si sono abbattute sulla Campania nelle ultime ore. Il muro crollato era quello in via Nola, al civico 19, regio V, insula 2. Il problema è che il muro crollato era già stato in precedenza segnalato come pericolante, al punto che qualche settimana fa sarebbe stata oggetto di una segnalazione alla direzione del sito archeologico da parte dei custodi. Ora, il ministro dei Beni Culturali del governo Renzi, Dario Franceschini, ha detto di prendere a cuore la situazione e di voler rilanciare il sito, e ha partecipato a una riunione straordinaria della soprintendenza. Troppo poco però dal momento che il problema del sito di Pompei è noto ormai da anni alle istituzioni senza che nessuno abbia mai fatto alcunchè per invertire la tendenza. Nelle ultime ore a Pompei si sono verificati tre crolli in tre giorni, decisamente troppo. Senza un piano di interventi straordinario infatti, è davvero difficile pensare a un miglioramento della situazione. Il rischio è che senza questi interventi il dissesto idrogeologico della zona potrebbe portare al crollo per intero del sito. Fortunatamente almeno Pompei ha scongiurato il rischio di essere inserita nella lista nera dei siti patrimonio dell’umanità, ma il problema qui non è tanto quello della lista nera quando del serio rischio che crollino intere porzioni della città che ha resistito persino all’eruzione vulcanica e potrebbe non resistere all’incuria.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top