Ponte del 2 giugno a Roma: parata, mare e...Critical MassTribuno del Popolo
venerdì , 9 dicembre 2016
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Ponte del 2 giugno a Roma: parata, mare e…Critical Mass

Ponte del 2 giugno a Roma: parata, mare e…Critical Mass

Un due giugno all’insegna della sobrietà. La crisi economica incide sulla tradizionale parata e sulla propensione vacanziera degli italiani. Si moltiplicano le iniziative in città con il boom dellaCritical Mass: sobrietà, autorganizzazione e sensibilizzazione per uno stile di vita sostenibile possono andare a braccetto.  

Fonte: Oltremedianews

Un due giugno all’insegna della sobrietà. Chissà per quanti anni ancora l’apertura sulla cronaca della principale festa civile italiana dovrà giocoforza registrare l’incidenza della crisi sui festeggiamenti e sulle abitudini degli italiani per quello che è il primo ponte dell’estate ed il banco di prova del settore turistico in apertura della bella stagione.

Ma tant’è, così la tradizionale parata che accompagna i festeggiamenti in ricordo della vittoria dell’opzione repubblicana nello storico referendum del 2 Giugno 1946 si è celebrata con mille occhi al bilancio: 1,9 milioni di euro la spesa complessiva, la stessa dello scorso anno. Niente mezzi, nè reparti a cavallo, oltre ai soliti reparti delle Forze Armate e della Croce Rossa, quest’anno si è celebrato il centenario dall’inizio della Prima Gurra Mondiale, omaggiato con la sfliata di alcuni reparti in tenuta militare storica. Nonostante il budjet invariato sono tornate le Frecce Tricolore a sugellare l’apertura della Festa Nazionale con l’alzabandiera e la chiusura della parata militare. Una celebrazione all’insegna della sobrietà, insomma, cui si è adeguato lo stesso premier Matteo Renzi il quale, tra ‘’selfie’’ sorridenti e strette di mano, si è recato in Via dei Fori Imperiali a piedi.

Un buonumore post-elettorale, quello del Primo Ministro, che evidentemente non ha contagiato gli operatori turistici, da sempre gli altri grandi protagonisti di quella che è la prima festività della bella stagione. ‘’Oltre 2,5miloni di persone in meno rispetto al 2011’’, quando la festività capitò di giovedì configurando come quest’anno un bel ponte col week end. La delusione di Federalberghi sta tutta nei dati sconfortanti resi noti dall’associazione di categoria. Venerdì, alla vigilia del ponte, già tutte le strutture alberghiere preannunciavano che il grande esodo degli italiani vacanzieri non ci sarebbe stato, nonostante la convergenza favorevole del 2 giugno con il sabato e la domenica. A scegliere di passare fuori il week end, solo 5,8milioni di italiani, pari all’8,6% della popolazione. Niente effetto 80 euro, quindi, perché ben il 40% degli italiani è rimasto a casa a riposare mentre la restante parte ha approfittato per semplici gite fuori porta dalle spese contenute.

866798198
Guardando al mutamento delle abitudini delle famiglie, il paragone con pochi anni fa risulta impetuoso: meno spesa ma forse anche più attenzione alla qualità del passatempo. Esigenza di risparmio, autorganizzazione e sensibilizzazione verso uno stile di vita più sostenibile possono andare a braccetto. E’ la sfida lanciata e vinta in pieno dalle Ciclofficine popolari romane che, nell’ambito della Critical Mass Roma, hanno organizzato per questo ponte una tre giorni in bicicletta per le strade della città cui hanno partecipato centinaia di appassionati della pedalata.
“Critical Mass è un’azione diretta di riappropriazione festosa e sovversiva dello spazio urbano che ne rende reale ed immediata la condivisione da parte delle cicliste e dei ciclisti: basta la bicicletta!” così gli organizzatori hanno lanciato l’iniziativa che trae spunto dalla omonima manifestazione di San Francisco. Un appello evidentemente accolto da moltissimi romani: prima il consueto appuntamento dell’ultimo venerdì del mese con partenza da piazza Vittorio direzione piazza Venezia, poi sabato 31 la pedalata al Parco deli Acquedotti di via Lemonia, infine la più grande iniziativa annuale della ‘’Ciemmona 2014’’ con il corteo-a-pedali che si è diretto da piazzale Ostiense sino ad Ostia, non senza creare file e rallentamenti delle auto lungo l’arteria della Cristoforo Colombo. Festa all’aria aperta, sport e riappropriazione degli spazi cittadini, obiettivo riuscito appieno.

Riguardo alle altre iniziative organizzate in città, c’è infine da segnalare, sul versante ‘’istituzionale’’, l’apertura dalle 15 di questo pomeriggio sino alle 19.30 dei giardini del Palazzo del Quirinale.

Michele Trotta

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top