Portogallo. Decine di migliaia in piazza contro l'austerity | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
mercoledì , 20 settembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Portogallo. Decine di migliaia in piazza contro l’austerity

Centinaia di migliaia di persone hanno invaso le strade delle città portoghesi per protestare contro le misure di austerity varate dal governo nella speranza di traghettare Lisbona lontano dalla recessione. 

portugal-main.si

La protesta si è impadronita delle città lusitane dopo che decine di migliaia di manifestanti hanno affollato diverse piazze del Paese per protestare apertamente contro le politiche di austerity volute dal governo. Le proteste sono state coordinate dai social media e da diversi gruppi e associazioni, anche se la manifestazione più grande si è tenuta nella capitale, Lisbona. Nella capitale portoghese sono scesi in piazza oltre 200.000 manifestanti che si sono diretti verso il Ministero delle Finanze. Molti di loro portavano poster e manifesti che invitavano il governo lusitano ad andarsene via e soprattutto che se la prendevano con la Troika, considerata una delle principali responsabili della crisi economica. I manifestanti hanno anche intonato le canzoni che un tempo si cantavano contro la dittatura fascista di Salazar, e durante le scorse settimane i manifestanti hanno domandato un completo cambiamento delle politiche del governo, alle prese con una crisi economica che da queste parti non si vedeva dagli anni Settanta.

Demostrators shout while taking part in a march against government austerity policies in Lisbon March 2, 2013 (Reuters / Hugo Correia)

 (Reuters / Hugo Correia)

Le principali ragioni di queste proteste di massa sono state l’aumento indiscriminato delle tasse combinato con tagli nel pubblico imposti proprio dalla Troika. Come se non bastasse la percentuale di disoccupazione nel paese ha ormai raggiunto il 17%, e la maggior parte dei portoghesi è ormai disperata, vedendo le proprie entrate diminuire e i propri familiari senza la speranza di trovare un impiego. Nei giorni scorsi il Primo Ministro lusitano, Pedro Passos Coleho, ha promesso ancora ulteriori tagli come parte di una prima imponente riforma dello Stato, necessaria ad abbassare le tasse nel futuro. le manifestazioni sono state organizzate a Lisbona, Porto, e dozzine di altre città, una dimostrazione di forza da parte dei gruppi di internet che sono stati capaci di mobilitare la società civile sulla parola d’ordine di “Abbatti la Troika”. Queste manifestazioni sono coincise con la ciclica rivista degli ispettori dell’Eu/Fmi, e rappresentano un chiaro segnale che dovrebbe e potrebbe essere colto anche da altri paesi che si trovano, proprio come il Portogallo, strozzati dalla crisi economica.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top