Precariato. Un milione di "schiavi" over 35 | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
lunedì , 29 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Precariato. Un milione di “schiavi” over 35

Inclementi i nuovi dati diffusi dall’Istati sull’occupazione. Nel primo trimestre del 2012 ci sarebbero ben un milione di precari tra i 35 e i 65 anni, il numero più elevato mai raggiunto dal primo trimestre del 2004. Aumentano gli occupati a tempo determinato mentre il precariato continua a dilagare in tutte le fasce d’età, colpendo in particolar modo i giovani.

Il precariato è il “male” di questo XXI secolo. Ormai questa parola è diventata quasi familiare a milioni e milioni di europei, che hanno imparato a conviverci tra mille sacrifici. Ci sono anche persone meno fortunate che invece non sono riuscite ad adattarsi a questa progressiva schiavizzazione del lavoro, e sono piombati nella depressione, finendo ai margini della società, ignorati dalla politica. Si pensava però, erroneamente, che il precariato riguardasse perlopiù il mondo dei giovani, o tuttalpiù degli under 35; nulla di più falso. L’ultima indagine dell’Istat ha infatti fatto cadere il velo sopra questo luogo comune, andando a dimostrarci, cifre alla mano, come ormai il lavoro a tempo o precario sia una piaga di tutti, anche deigli over 35. Dati alla mano avrebbe un impiego a tempo determinato quasi un milione di dipendenti tra i 35 e i 64 anni, ben 969.000 dipendenti senza posto fisso, il numero più alto mai raggiunto dal primo trimestre del 2004. Il fenomeno dei cosiddetti over 34 sarebbe persino in aumento rispetto allo scorso anno (+3,3%), e persino del +43,8% rispetto all’inizio del 2004. Negli ultimi otto anni il ritmo di crescita dei contratti a termine tra gli over 34 è perfino stato più forte rispetto all’aumento complessivo, anche se la maggior parte degli occupati a tempo determinato è giovane (56%). Un numero così alto di dipendenti a termine non si registrava dal primo trimestre del 1993, anno d’inizio della serie storica ricostruita. Insomma, con buonapace della Fornero e dei suoi, il mondo del lavoro in Italia è già ampiamente precarizzato, e le riforme che il governo ha in mente nei prossimi anni non faranno che peggiorare, non poco, una situazione già di per sè drammatica.

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top