Primavera Araba. Il Washington post presenta il conto a Obama | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
giovedì , 27 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Primavera Araba. Il Washington post presenta il conto a Obama

A circa un anno di distanza dalla cosiddetta “Primavera araba” il Washington Post ha tirato le somme e ha indicato in Barack Obama uno dei responsabili del caos cui hanno portato le “rivoluzioni” del Nord Africa.

Tutti ormai ricorderanno la cosiddetta “Primavera Araba” ovvero quell’enorme movimento di popoli che ha letteralmente rivoluzionato gli equilibri di potere in tutto il Nord Africa. Come tutti i processi di cambiamento rivoluzionario però non è possibile interpretare quanto successo in modo univoco ma bisogna tener conto delle varie sfaccettature in campo. A distanza di un anno dalla Primavera Araba infatti, non tutto sembra essere cambiato in positivo, anzi. Anche il Washington Post ha cominciato a interrogarsi sulle responsabilità e sugli errori commessi da chi, troppo in fretta, si è schierato a favore dei movimenti “rivoluzionari” originati in Nord Africa. Barack Obama un anno fa aveva salutato la Primavera come “una storica opportunità”, ora un anno dopo questa opportunità si è trasformata in un vero e proprio pasticcio che la Casa Bianca non è più in grado di tenere sotto controllo. Il Washington Post non addossa tutte le colpe a Obama, tuttavia ammette che il presidente americano avrebbe una sua parte di responsabilità. Come si legge in un editoriale del Washington post: “Il maggior errore di Obama nella primavera araba  non è stato di aver scelto la parte sbagliata, ma di essere stato indeciso, irresoluto, riluttante ad agire. Così facendo si è alienato sia i regimi che i rivoluzionari”. Secondo il Post “non usando in maniera decisiva gli aiuti americani, l’influenza diplomatica e il potere militare per sostenere la rimozione dei dittatori e l’avvio di transizioni democratiche”, Obama avrebbe finito per far “pendere la bilancia verso i vecchi regimi o il caos”. Insomma, l’editoriale del Wahington Post serve a sottolineare le ingerenze che in modo troppo affrettato l’Occidente ha scelto di effettuare nelle vicende interne ai paesi arabi, ingerenze che hanno fatto uscire la situazione fuori controllo, e che ora gli Stati Uniti non sembrano più essere in grado di controllare.

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top