"Primavera"o "Autunno" turco?Tribuno del Popolo
venerdì , 26 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

“Primavera”o “Autunno” turco?

Secondo alcuni analisti le rivolte in corso in Turchia sarebbero un fenomeno esattamente opposto a quello che è stato soprannominato “Primavera” Araba. In quel caso i manifestanti erano spinti da fervore islamico, in questo caso, all’opposto, reagiscono al fardello oppressivo dell’islamismo.

Photo Credit (AFP Photo / Adem Altan)

Uno degli aspetti chiave per capire quello che sta succedendo in Turchia in questi giorni è l’Islam inteso come forza crescente utilizzata dal governo negli ultimi anni. Secondo l’analista di Russia Today Avigdor Eskin, che ha analizzato da osservatore gli scontri in atto in Turchia tra manifestanti e polizia, saremmo di fronte a un processo esattamente contrario a quello che ha infiammato l’Egitto e il resto della regione. In quel caso si era parlato di “Primavera Araba” con l’islam che era uno degli elementi messi in campo per abbattere il regime secolare di Hosni Mubarak, questa volta, al contrario, l’Islam sta diventando un fardello insopportabile per i giovani, che non vogliono accettare la deriva imposta dal premier Erdogan, sempre più deciso ad andare avanti a ogni costo cercando lo scontro frontale. Secondo Eskin le proteste in atto sono nate in modo spontaneo, con la gente che non si è preparata prima, arrivando spontaneamente da ogni quartiere di Istanbul. A essere interessata non è stata solo piazza Taksim, ma ogni piazza della città. Si è trattato di una mobilitazione totale e capillare della popolazione che non ha avuto uguali negli ultimi tempi nel mondo, coinvolgendo un numero altissimo di cittadini. Per questo le cose in Turchia non potranno più tornare come prima, come se nulla fosse successo, ancor più che i sostenitori islamici di Erdogan sono rimasti nascosti per giorni, uscendo solo nelle ultime ore per accoglierlo all’aeroporto al suo ritorno dal viaggio compiuto in Nord Africa. Ma in Turchia esiste un altro grande attore che potrebbe determinare una svolta in un senso o in un altro, stiamo parlando dell’esercito. Secondo Eskin l’esercito starebbe in standby, e non vorrebbe prendere il controllo salvo un aggravamento della situazione; e se Erdogan ignorerà le richieste dei manifestanti ecco che si potrebbero aprire scenari impensati nell’immediato futuro.

 VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top