Produttività. Accordo raggiunto, ma senza Cgil | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
venerdì , 24 novembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Produttività. Accordo raggiunto, ma senza Cgil

Raggiunto l’accordo sulla produttività ma senza la firma della Cgil. Secondo la Camusso si tratterebbe dell’ennesimo tentativo di scaricare la crisi sulle spalle dei lavoratori.

“Siamo molto dispiaciuti della mancata firma della Cgil, si tratta di motivazioni che oggettivamente non tengono”. Questo il commento del ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera a riguardo dell’accordo sulla produttività che è stato raggiunto ieri dal governo, ma senza il placet della Cgil. Il governo le ha provate tutte per convincere la Cgil a cedere e a firmare l’accordo sulla produttività, ma Susanna Camusso h voluto confermare tutte le sue perplessità in merito al documento, parlando di un chiaro rischio relativo a una nuova, significativa, riduzione dei salari reali dei lavoratori. La Camusso ha anzi accusato il governo di aver messo in campo l’ennesimo tentativo di scaricare sul lavoro i costi della crisi, insomma l’ennesima occasione persa per costruire invece una reale via d’uscita comune al periodo di difficoltà economiche. Dal conto suo invece il governo ha chiaramente accolto favorevolmente il lavoro delle parti e ha fatto sapere di voler confermare l’impegno preso sulle risorse stanziate nella legge di stabilità sulla riduzione fiscale del salario di produttività, si parla di circa 2 miliardi di euro. Inutile dire che, in tutto questo, la Cgil è assolutamente preoccupata per la strada scelta dal governo, e ha comprensibilmente fatto notare che questo intervento potrebbe facilmente aumentare la recessione. Di diverso avviso, altrettanto comprensibilmente, anche Raffaele Bonanni della Cisl, uno dei primi fautori dell’accordo.  Chiaramente anche la Uil e Confindustria hanno da subito appoggiato il governo, lasciando de facto la Camusso una voce isolata. Le critiche della Cgil però sembrano invece coerenti e forse andrebbero tenute in debito conto e non etichettate tout court come autoreferenziali.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top