Pugni e tensione ai funerali della vergognaTribuno del Popolo
lunedì , 27 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Pugni e tensione ai funerali della vergogna di Priebke

I funerali di Erich Priebke si sono tenuti in forma privata nella Confraternita San Pio X di Albano Laziale, chiesa lefebvriana. Appena arrivato il feretro si è scatenata la rabbia comprensibile dei cittadini inferociti, un ennesimo schiaffo alla memoria delle vittime.

Alla fine il prefetto ha deciso: i funerali del fucilatore Priebke si sono tenuti ad Albano Laziale, nella chiesa lefebvriana di San Pio X. Il feretro è stato accolto dai cittadini inferociti che hanno provato in tutti i modi a contestare il passaggio della salma nella cittadina. Anche il sindaco di Albano, Nicola Marino, ha emesso un’ordinanza che vietava il passaggio della salma, ma il prefetto di Roma l’ha subito revocata. Dal conto loro i lefebvriani hanno comunicato che ad Albano si sarebbe dovuta tenere una cerimonia religiosa con messa in latino per “amici intimi e familiari” in forma privata. Il corteo con la salma del capitano delle Ss è stato scortato da carabinieri e diverse auto delle forze dell’ordine e si è diretto verso i Castelli Romani dove una folla si era già radunata di fronte all’istituto San Pio X. “Qui non ci deve venire” la scritta esposta con uno striscione dai cittadini. Di fronte all’istituto ci sono stati diversi scontri tra manifestanti e forze dell’ordine, con l’Anpi di Albano che ha annunciato di voler provare a bloccare il passaggio del carro funebre.  ”Cercheremo di bloccare il passaggio del carro funebre non possiamo accettare che questo boia sporchi la nostra cittadina”, ha detto Ennio Morigi, segretario dell’Anpi di AlbanoQuando poi un prete lefebvriano ha provato ad entrare in chiesa la folla ha provato ad aggredire il religioso, subito protetto dalle forze dell’ordine. La folla a quel punto ha lanciato diverse monetine verso il feretro, ecco la cronaca dell’ennesima vergogna, dell’ennesimo schiaffo a un intero popolo, quello italiano, che ha subito sulla propria pelle le nefandezze dell’occupazione nazifascista. La cosa allarmante è che ci sono personaggi nelle istituzioni che continuano a richiamarsi al fascismo impunemente, continuando a cercare ogni modo per provare a riabilitare il nazifascismo.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top