Qualcosa si muove a sinistraTribuno del Popolo
sabato , 21 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Qualcosa si muove a sinistra

Qualcosa si muove a sinistra

Importante appuntamento il 30 aprile a Bologna per la “nuova” sinistra italiana. Nel capoluogo emiliano si incontreranno l’ex sindaco Cofferati, Stefano Rodotà e Fabrizio Barca, tutti presenti a un seminario organizzato dalla Fiom con la presenza del leader del sindacato, Maurizio Landini. 

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/quicksilv3r/5087935563/”>quicksilv3r</a&gt; via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a&gt; <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.0/”>cc</a

Qualcosa si muove all’interno della sinistra italiana lacerata e duramente colpita dalle recenti vicissitudini. Il prossimo 30 aprile infatti, a Bologna, si terrà un incontro molto interessante che, in molti, ritengono possa essere una piattaforma per un nuovo movimento politico di sinistra. Ci sarà l’ex sindaco bolognese Sergio Cofferati, uno di quelli che, nel Pd, chiedeva a gran voce di sostenere la candidatura di Rodotà, e ci saranno anche Stefano Rodotà, Fabrizio Barca e Maurizio Landini. L’occasione è un seminario della Fiom sul tema lavoro e welfare, e, visto il clima che si respira a sinistra, sarà una occasione importante per valutare la possibilità della costruzione di una nuova area di sinistra. Con le voci di scissione dal Pd che si fanno insistenti, ecco che la presenza del trio Cofferati, Landini e Barca, evoca scenari ben diversi dal semplice convegno.  Importante anche la presenza di Rodotà, in città lo stesso giorno per partecipare a un’iniziativa del Comitato articolo 33 sul referendum contro il contributo comunale alle scuole paritarie. Scenari politici a parte, il seminario è in programma alle 9.30 a palazzo Re Enzo, dal titolo: “Lavoro e welfare per essere cittadini europei. Le proposte della Fiom su reddito, salario e orario per un diverso modello sociale“. Oltre a Cofferati, Landini, Barca e Rodotà, tra i relatori ci saranno anche Giovanna Cavallo, Carlotta Cossutta, Marica Di Pierri, Franco Focareta, Alice Graziano, Marina Molinari, Grazia Naletto, Mimmo Pantaleo, Marco Revelli, Lorenzo Sansonetti e Claudio Treves. Insomma qualcosa sembra muoversi dopo lo sfascio, vedremo se sarà la base di un nuovo progetto o l’ennesimo tentativo di riaggregazione sterile e senza futuro.

VAI SULLA PAGIANA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top