Quando l'Occidente odiava MandelaTribuno del Popolo
sabato , 27 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Quando l’Occidente odiava Mandela

Oggi dagli Stati Uniti all’Europa tutto l’Occidente piange Nelson Mandela. Ma quale Nelson Mandela piange? Non quello vero, quello comunista e anti-imperialista, quello sì odiato e trattato alla stregua di un terrorista. Vero Thatcher?

Foto: Lettera 43

Dopo la morte di Nelson Mandela il mondo si è commosso. Lacrime, pianti, volti affranti hanno conquistato le prime pagine patinate del mainstream, ma qual’è il Mandela che i media veicolano? E’ il Mandela “spurgato” di tutti gli elementi scomodi e antisistema, non il Mandela comunista, antimperialista e amico di Fidel Castro, Gheddafi e Arafat. Un Mandela edulcorato, adattato ai valori del mainstream, presentato un pò come un Gandhi Nero, niente di più distante dalla reale identità dell’eroe liberatore Mandela. Così oggi tutti si strappano le vesti per la sua morte, mentre nemmeno vent’anni prima i giudizi emessi sul suo conto erano ben diversi. Ne sa qualcosa Margaret Thatcher, per molti un’eroina, per noi una delle figure più negative della storia del XX secolo che peraltro, assieme a Reagan, fu una delle responsabili dell’avvento del neoliberismo. Per la Lady di Ferro che il mainstream oggi ci propone come un fulgido e mirabile esempio di politico, Nelson Mandela era un terrorista. Sui social network infatti è circolata questa foto con un’immagine della primo ministro britannica Margaret Thatcher, scomparsa nell’aprile di quest’anno, che dice “Niente sanzioni, Mandela è un terrorista”.

 

Un’invenzione? Assolutamente no, una semplice fotografia di quello che pensavano Londra e Washington di Nelson Mandela all’epoca. Non lo sapevate? Gli Stati Uniti e il Regno Unito che oggi vengono presentati come i guerrieri della libertà umana, ritenevano Mandela un nemico e intrattenevano ottimi rapporti con il regime razzista dell’apartheid in Sudafrica.  Sia il premier Thatcher che il presidente Reagan definirono, in diversi contesti, l’African National Congress un’organizzazione terrorista, e i governi di Stati Uniti e Gran Bretagna hanno posto il veto  ad alcune sanzioni economiche o militari chieste dalla comunità internazionale contro il regime razzista dell’apartheid. Del resto come ha ricordato lo stesso African National Congress di Mandela alla morte della Lady di Ferro:  ”L’Anc subì il suo rifiuto di riconoscerla come una formazione e di isolare il regime di apartheid dopo che questo fu descritto come un crimine contro l’umanità”.

Concludiamo con una frase di un altro grande uomo che dovrebbe aprire gli occhi ai lettori:

“Se non state attenti, i media vi faranno odiare le persone che vengono oppresse e amare quelle che opprimono.”

Malcom x

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top