Quando Mandela per gli Usa era un terroristaTribuno del Popolo
sabato , 25 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Quando Mandela per gli Usa era un terrorista

In un articolo del 2008 il Corriere della Sera ha pubblicato un articolo nel quale si spiegava come l’allora segretario di Stato americano Condoleezza Rice si fosse detta “imbarazzata” perchè Mandela avrebbe avuto bisogno di un nulla osta per entrare negli Usa in quanto classificato come “terrorista”.

In pochi lo sanno ma nel 2008, solamente cinque anni fa, Nelson Mandela si trovava ancora nella lista delle persone sospettate di legami con il terrorismo dal governo americano, al punto che per entrare negli Stati Uniti avrebbe avuto bisogno di uno speciale permesso. La notizia era stata data dal Corriere della Sera che ha riportato come l’allora segretario di Stato Usa Condoleezza Rice si fosse detta imbarazzata per la situazione venutasi a creare, promettendo una pronta risoluzione della questione che non riguardava solamente Mandela, allora 89enne, ma anche altri membri dell’Anc, ovvero il movimento anti-apartheid che ora rappresentava il governo del Sudafrica. Tutto questo perchè l’Anc negli anni Settanta e Ottanta, in chiave Guerra Fredda, veniva considerato dall’Occidente come un’organizzazione terroristica, anche perchè era in buoni rapporti con l’Urss e con altri grandi nemici di Washington, vedi Gheddafi e Fidel Castro. Imbarazzata la Rice ammise che queste liste non furono mai aggiornate, e nel corso di una audizione al Senato ha ammesso che il suo dipartimento ha dovuto concedere speciali nullaosta per consentire a Mandela di entrare negli Stati Uniti.  A lui gli Stati Uniti nel 2008 riservavano sostanzialmente lo stesso trattamento che avrebbero i membri di Hamas.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top