Quando una Loggia Massonica viene sciolta per mafiaTribuno del Popolo
venerdì , 24 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Quando una Loggia Massonica viene sciolta per mafia

Il Gran Maestro d’Oriente d’Italia scioglie una delle più antiche logge massoniche calabresi per sospetta vicinanza ed infiltrazione con le cosche mafiose.  

Fonte: Oltremedianews

Una loggia massonica, così come un Comune, può essere “commissariata e sciolta per mafia”? A quanto pare si, esattamente allo stesso modo di una Pubblica Amministrazione, la “Rocco Verduci” di Gerace, comune nella Locride, è stata sospesa per la vicinanza alla malavita.
A deciderlo il gran Maestro d’Oriente d’Italia Gustavo Raffi, che ha sospeso a tempo indeterminato l’antica loggia calabrese per “possibile inquinamento di carattere malavitoso, gravi inadempienze e carenza assoluta di cautele”.
La decisione è maturata a seguito di un’ispezione avvenuta mesi fa di un incaricato del Gran Maestro, che si è relazionato con la realtà del territorio e i frequentatori del “tempio” di Siderno, ed ha evidenziato gravi inadempienze nella scelta dei nuovi affiliati, come il non verificare la vicinanza ad ambienti criminali del papabile “fratello”, e una rete di favori e scambi con esponenti di spicco delle famiglie mafiose locali.L’ispezione è stata forse ispirata dalle numerose indagini che nel corso degli ultimi anni hanno interessato il territorio della Locride, ed hanno fatto luce sui collegamenti tra realtà mafiose e Logge Massoniche del territorio, collisioni emerse anche dalle parole di alcuni pentiti storici come Filippo Barreca e Giacomo Lauro, e il notaio reggino Pietro Marrapodi, trovato poi impiccato nella sua abitazione, che descrivevano con precisi riferimenti l’intreccio delle collusioni tra ambienti massonici e apparati giudiziari del capoluogo calabrese.
Ma sarebbe stata l’operazione “Saggezza” dei carabinieri di Locri a evidenziare il sistema occulto delle Logge: appalti e raccomandazioni, l’immancabile politica, affari economici, un ingarbugliato sistema di situazioni che avrebbe coinvolto il mondo invisibile della Loggia Rocco Verduci, tanto da convincere il Gran Maestro a intervenire.La sospensione di una Loggia Massonica, fatto senza precedenti, è spia del fatto che anche tra i “fratelli muratori” si sta facendo largo una diversa presa di coscienza sulla realtà di alcune affiliazioni, pericolosamente vicine ad ambienti mafiosi, fin quasi a confondersi con essi.  Ileana Alessandra D’Arrissi

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top