Quegli Ufo a stelle e strisce dell'Area 51Tribuno del Popolo
giovedì , 27 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Quegli Ufo a stelle e strisce dell’Area 51

Ufo, extraterrestri e alieni, per decenni sono stati prodotti film e telefilm che ci parlano di contatti di vario livello con esseri provenienti da un’altra galassia. Per non parlare delle teorie del complotto, da quella dell’Area 51 fino agli Elhoim e agli Annunaki. Ma ora una rivelazione della Cia dimostrerebbe che sì, gli Ufo esistono, ma si tratterebbe di oggetti molto terrestri e decisamente poco “extra”.

Probabilmente da qualche parte nell’Universo, magari anche molto vicino a noi, esisterà un altro pianeta che ospita forme di vita più o meno intelligenti. Magari, chi lo sa, tali forme di vita extraterrestri sono persino a conoscenza della nostra esistenza, e chi lo sa, magari sono anche già arrivati a visitarci. Quello che sappiamo è che negli ultimi decenni le teorie del complotto più o meno fantascientifiche sull’esistenza degli alieni e sulla loro interazione con il nostro pianeta hanno fatto letteralmente la fortuna dei loro ideatori. Tra film, documentari, telefilm, libri di complotti più o meno fantascientifici, gli extraterrestri sono diventati quasi una componente della nostra cultura e sono in molti a credere alla loro esistenza. Nel corso dei decenni sono diverse le storie di incontri ravvicinati e di avvistamenti di astronavi aliene, i cosiddetti Ufo che poi è un acronimo per oggetti non identificati e che quindi potrebbero anche essere altro che oggetti prodotti da una intelligenza extraterrestre. Tra tutte queste teorie quella che è diventata la teoria del complotto per eccellenza è quella dell’Area 51, una vera e propria leggenda di massa al punto che ovunque nel mondo, nel 2015, probabilmente chiunque ne è a conoscenza.  Si tratterebbe della leggenda secondo cui in Nevada ci sarebbe una base militare, effettivamente esistente, l’Area 51, dove da anni le autorità americane gestirebbero esperimenti su tecnologia extraterrestre della quale sarebbero venuti a conoscenza a seguito di un incidente avvenuto a Roswell nel 1947. In molti sono rimasti affascinati da questa storia, se non altro perchè è normale per l’essere umano rimanere incuriositi da ciò che non si sa e non si conosce. Per decenni coloro che volevano credere al complotto hanno collezionato e visionato decine di migliaia di video di avvistamenti più o meno credibili di Ufo, e ora arriverebbe anche una conferma: non erano pazzi. Qualcosa effettivamente bolliva in pentola tra gli anni Cinquanta e Sessanta e ora è arrivata l’ammissione persino della Cia, che ha rivelato come i presunti Ufo avvistati in quel periodo fossero in realtà dei test segreti dell’intelligence. In particolare si sarebbe trattato di test compiuti dagli aerei spia U-2 in piena Guerra Fredda e la Cia ha ammesso il tutto con una nota ufficiale su Twitter: “Le notizie sull’attività inusuale nei cieli negli anni Cinquanta? Siamo stati noi“. Gli U-2 della Cia erano in grado di volare a 70.000 piedi, ovvero una altitudine che all’epoca era considerata fantascientifica. “In quegli anni, la maggior parte degli aerei commerciali volava a 20mila piedi e quelli militari a 40mila“, spiega ancora la Cia nella nota, “Di conseguenza, una volta che gli U-2 iniziarono a volare sopra i 60mila piedi, i controllori del traffico aereo iniziarono a ricevere testimonianze dell’avvistamento di Ufo“. Quando la Cia sostanzialmente si accorse che gli Ufo avvistati erano in realtà gli U-2 preferì mantenere il silenzio totale.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top