Regionali Lazio, Zingaretti presenta la lista degli "impegnati" | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
giovedì , 27 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Regionali Lazio, Zingaretti presenta la lista degli “impegnati”

La lista civica sarà guidata da Livia Azzariti, con  Imma Battaglia, Michele Baldi e rappresentanti della società civile.Nella stessa giornata Berlusconi sceglie Storace come candidato per il centro destra.

Fonte: Oltremedianews

Nicola-Zingaretti

Nicola Zingaretticandidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Lazio, ha presentato lunedì mattina laLista Civica che porta il suo nome e che lo accompagnerà nella corsa elettorale.

Al suo interno  donne e uomini del mondo del volontariato, dell’impresa, delle categorie, della sanità, dell’amministrazione pubblica. Poi personaggi come Imma Battaglia, leader storica del movimento omosessuale o un ‘grande deluso’ dal centrodestra come l’imprenditore Michele Baldi, già capogruppo di FI al Consiglio comunale di Roma e leader del Movimento per Roma.Elezioni regionali Lazio: la lista civica di Nicola Zingaretti.

A guidarla,  il medico e conduttrice Rai Livia Azzariti. Motto della Lista è ‘Impegnati’, nella doppia lettura, è stato spiegato, di ‘persone impegnate’ nella società ma anche come verbo all’imperativo: “è uno stimolo a fare bene”. La Lista Civica Zingaretti è stata presentata al  circolo culturale Caracciolo, al Trionfale, a Roma. Ventinove nomi, di cui 11 donne, che correranno sotto un simbolo molto semplice: un tondo blu con una banda rossa e la scritta ‘Lista Civica – Nicola Zingaretti presidente’. Oltre ad Azzariti troviamo nella lista altri camici bianchi: c’è Alessandro Boccanelli, primario di Cardiologia al San Giovanni Addolorata di Roma, Francesco Sabetta, direttore dell’Uoc del San Pietro Fatebenefratelli e docente alla Sapienza, Fabio Valente, del direttivo della Federazione italiana dei medici di famiglia e Claudia Fellus Pirani, organizzatrice di eventi culturali e scientifici. Per il mondo dell’associazionismo socio-sanitario c’è Elio D’Orazio, presidente Ancescao (Centri anziani) del Lazio e Patrizia Danieli, attivista per i trapiantati e i dializzati. C’è anche Filomena Di Gennaro, protagonista di una storia di violenza e forza d’animo che l’ha costretta su una sedia a rotelle.

I problemi dei migranti sono rappresentati da Francoise Kankindi, figlia di rifugiati dal genocidio dei Tutsi da parte degli Hutu, presidente di Bene Rwanda. Nella lista di Zingaretti anche amministratori come Claudio Cecchini, assessore al Sociale uscente della Provincia di Roma, Antonella De Giusti, attuale ‘minisindaco’ del XVII, Sabatino Leonetti (ex vicepresidente del Consiglio provinciale, già Idv ora ‘zingarettiano’), Erminio Latini (capogruppo in Provincia della Lista Zingaretti ed ex sindaco di Artena), Gianluca Quadrana (consigliere capitolino nella Lista Civica). Ci sono inoltre Mauro Pacetti, docente di Sociologia e Carlo Alberto Pratesi, ordinario di Economia e gestione delle imprese a Roma Tre. Per l’area cultura c’è Tatiana Campioni, direttore generale del Complesso Museale di Santa Maria della Scala di Siena, e attiva nel mondo femminile. Rita Cerri è la responsabile delle relazioni esterne dell’Associazione Culturale Civita, mentre Damiana Leoni è consulente di Arte contemporanea. Ampio il settore delle categorie: Alberta Parissi, presidente del Comitato imprenditoria femminile dellaCamera di Commercio di Roma; Gianfilippo Valentini, amministratore unico di Go Project; Rocco Lamparelli, segretario Filt Cgil Roma e Lazio (trasporti); Walter Merenda, specializzato in Ict e già membro del comitato Roma 2020; Piergiorgio Liberati, giornalista e amministratore delegato della Gse Spa. C’é poi Francesca Santolini, esperta di ambientalismo e, per il mondo dello sport, il professionista di basket William Zanchelli, attivista contro la droga e presidente del più grande Skate Park del Lazio. Di sport, infine, si è occupato anche Andrea Berretta, già assessore di Rignano Flaminio e responsabile Roma Nord dell’Idv.

Nella stessa giornata Berlusconi ha scelto Storace come candidato per il centro destra,che supera così la Lorenzin, inizialmente data per favorita. Queste le parole di Storace: “La mia candidatura non è solo nella mia disponibilità, ho il dovere di consultarmi con il partito perché siamo persone serie – ha dichiarato Storace nel corso di una conferenza stampa – ma spero di non dovermi pormi questa domanda”. Nessuna domanda, a quanto pare. Detto ciò lo stesso candidato ha spiegato di non aver nulla di personale o di correntizio nei confronti di altri: “Ho chiesto solo la possibilità di dire al mio popolo che c’é un altro candidato che può vincere al posto mio. Se dai sondaggi emerge che io ho più favore (al momento viene dato al 30%, ndr), allora mi aspetto lealtà. Se i sondaggi danno altri posizionati meglio di me è ovvio che non posso essere egoista. Anche perché Zingaretti può essere battuto. La sua lista civica? Perché, ne ha una? Io vedo molte liste ciniche”.

   Matteo Muoio

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top