Renzi detta le condizioni al governoTribuno del Popolo
martedì , 25 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Renzi detta le condizioni al governo

Matteo Renzi ha concesso un’intervista a “La Repubblica” nella quale ha dettato letteralmente le condizioni al governo di Enrico Letta su riforme, lavoro ed Europa. Nel caso il governo non le accetterà, Renzi minaccia di far mancare l’appoggio del Pd.

Il sindaco di Firenze ha le idee chiare, pensa già di avere il Pd in mano, e quindi i destini del Paese, e si comporta di conseguenza dandoci per certi versi un anticipo del modo con il quale intenderà gestire il governo una volta eletto a capo del Pd. In un’intervista concessa a “La Repubblica” Renzi ha letteralmente dettato tre condizioni ad Enrico Letta: riforme, lavoro ed Europa. Qualora il governo non realizzerà questi obiettivo, Renzi minaccia di separare il destino del Pd da quello della maggioranza. Il sindaco di Firenze ha poi annunciato di non aver paura delle elezioni, accusando al contrario Alfano di averne sin troppa, “Perché sa che Berlusconi lo asfalta“. Intanto Matteo Renzi deve prima vincere le primarie del Pd, anche se ormai è una formalità. Dato per favorito nei sondaggi, Renzi ha ormai lanciato il conto alla rovescia per l’8 dicembre, data in cui, salvo clamorose sorprese, diventerà il leader del centrosinistra. Insomma, un Renzi che in fondo si sente già leader, ma che vorrebbe vincere le primarie con quello scarto necessario a dargli il margine per fare quello che vuole. Dall’altra parte Cuperlo invece recita sino in fondo il ruolo del “sinistro”, e da Monza ha dichiarato: “Ora non ci sono più alibi: il governo deve cambiare passo e mettere al centro il dramma del Paese che attraversa la crisi più drammatica della sua intera storia“. “Senza un cambiamento radicale della dottrina economica – ha aggiunto – e degli indirizzi di politica europea, la nostra società soffocherà e l’Europa morirà. Voglio una sinistra che dica questo. Che lo urli. Che chiuda il ventennio, anzi il trentennio della subordinazione alla destra“, ha aggiunto. Insomma non illudetevi, Matteo Renzi in realtà ha già vinto le primarie, vuole solo vincerle con lo scarto più ampio possibile. Cosa faranno Cuperlo e Civati dopo la sconfitta? Avranno il coraggio della coerenza e si smarcheranno da un Pd sempre più simile al centrodestra a guida Renzi?

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top