Ribelli siriani fanno fuoco sui palestinesi nel giorno della NakbaTribuno del Popolo
lunedì , 23 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Ribelli siriani fanno fuoco sui palestinesi nel giorno della Nakba

Secondo il sito Nena News l’Esercito Libero Siriano avrebbe aperto il fuoco contro i manifestanti palestinesi in marcia per il giorno della Nakba. Si ignora il numero preciso dei morti.

Photo Credit

Secondo l’autorevole sito di questioni mediorientali Nena News, ieri nel giorno della Nakba, ovvero della “catastrofe” palestinese, alcuni ribelli siriani avrebbero fatto fuoco sui palestinesi che marciavano nel campo profughi di Yarmouk, a Damasco. Le voci sono state confermate da Tim Marshall, direttore di Foreign Affairs, le cui dichiarazioni sono state pubblicate anche da Sky News. Secondo Marshall i ribelli siriani avrebbero fatto fuoco contro i palestinesi, uccidendone diversi. ”Sapevamo cosa stava per succedere e allora abbiamo indossato elmetti e giubbini anti-proiettile. I manifestanti sapevano cosa stava per accadere, non avevano alcuna protezione ma continuavano a camminare dritti verso la linea del fuoco.”, ha spiegato Marshall. I manifestanti erano quasi tutti palestinesi siriani, provenienti dal distretto di Yarmouk, a Damasco. Sono quasi tutti scappati quando il campo è finito tra le mani dei ribelli ormai più di otto mesi fa.  ”Per favore, dite al mondo la verità! Non vogliamo i ribelli qua, vogliamo che l’esercito li uccida!“: queste le parole dei manifestanti riportate da Marshall, secondo cui molti di loro portavano con sè le foto del presidente Assad e le bandiere della Siria e della Palestina. Quando poi i manifestanti sono stati accompagnati da alcuni soldati siriani, ecco che i ribelli hanno subito aperto il fuoco, uccidendo un numero imprecisato di palestinesi.

In base alla ricostruzioni del giornalista americano i ribelli presenti a Yarmouk avevano avvisato i manifestanti di non provare ad avvicinarsi altrimenti avrebbero aperto il fuoco. Quando alcuni soldati siriani hanno accompagnato i manifestanti, ecco che i ribelli hanno subito aperto il fuoco, uccidendo un numero imprecisato di palestinesi. A quel punto si è scatenata una battaglia durata oltre un’ora tra soldati siriani e ribelli, e diverse esplosioni sono state udite distintamente. Damasco ha poi trasmesso un comunicato in cui si informava che più di dieci ribelli sarebbero stati uccisi nei combattimenti, ma non si sa nulla dei civili rimasti feriti o uccisi. Marshall ha anche raccontato di essere stato sia in zone dove i cittadini mostravano un chiaro appoggio ai ribelli, sia in quartieri dove l’esercito regolare era visto come un liberatore dal terrore degli estremisti islamici.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top