Rivoluzione Civile la lista più giovane aspettando Favia | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
martedì , 24 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Rivoluzione Civile la lista più giovane aspettando Favia

Come ha ricordato lo stesso Antonio Ingroia la lista Rivoluzione Civile è la più giovane in assoluto. Ora però comincia il difficile, per questo Ingroia starebbe pensando a coinvolgere i grillini dissidenti a partire da  Giovanni Favia. 

riv civ

Cominciamo con le parole di Antonio Ingroia, entusiasta di come il suo staff e i militanti di Rivoluzione Civile hanno cominciato la campagna elettorale: “Io non sono un professionista della politica ma vedo un grande entusiasmo, i primi sondaggi sono incoraggianti e ci portano a ritenere che siamo già al di sopra della soglia per lo sbarramento della Camera.”

Ma la Rivoluzione Civile non lo sarà solo di nome. Anche nei fatti qualcosa di rivoluzionario sta già accadendo dal momento che la lista dell’ex pm palermitano è di gran lunga la più giovane in assoluto nel panorama politico nazionale. Lo ha ricordato ancora una volta lo stesso Ingroia: “La nostra lista è la più giovane, possiamo solo crescere ma soltanto se dimostriamo di essere credibili e che la Rivoluzione Civile non è una formula ma concretezza. Questo lo dimostreremo con i fatti: abbiamo già iniziato a farlo con nomi importanti, i nostri primi candidati: Franco La Torre, Gabriella Stramaccioni, Flavio Lotti, Giovanna Marano e tanti altri”.

Antonio Ingroia comunque starebbe anche pensando a coinvolgere nella lista Rivoluzione Civile il grillino “dissidente” Giovanni Favia, che sarebbe molto tentato. Il consigliere regionale emiliano era stato allontanato dal Movimento 5 Stelle a dicembre, e permetterebbe al magistrato palermitano di contare su una personalità che potrebbe spostare non pochi voti da Grillo verso la Rivoluzione Civile. E infatti il Movimento 5 Stelle viene dato proprio nelle ultime settimane in picchiata nei sondaggi, motivo  in più per spingere in quella direzione in modo da convincere i grillini delusi ad abbracciare la rivoluzione arancio-rossa di  magistrati, comunisti e intellettuali della sinistra.  E Federica Salsi? L’altra bruciata eccellente del movimento di Grillo potrebbe essere un’altra idea per Ingroia. La consigliera comunale di Bologna infatti è stata cacciata dal Movimento 5 Stelle dopo un’apparizione televisiva non concordata con Grillo-Casaleggio.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top