Roma. Cinema America Occupato tradito dalle istituzioni?Tribuno del Popolo
sabato , 22 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Roma. Cinema America Occupato tradito dalle istituzioni?

Lo sgombero del Cinema America avviene dopo quello del Teatro Valle, le due occupazioni romane che  avevano iniziato un percorso con le istituzioni.

Fonte: Oltremedianews

Foto: la Repubblica

Il 3 settembre lo sgombero del Cinema America e ieri si è svolto l’incontro presso l’Assessorato all’Urbanistica: oltre a quella dei ragazzi del Cinema America, il tavolo ha visto la presenza di Michela Di Biase, Presidente della Commissione Cultura del Comune, dell’Assessore all’Urbanistica Giovanni Caudo, di Luca Lo Bianco in rappresentanza dell’Assessorato alla Cultura e Mauro Riccardi dell’Assessorato al Patrimonio.

L’incontro era stato fissato prima dello sgombero, a testimonianza della vicinanza e del riconoscimento che l’amministrazione ha dimostrato per l’iniziativa culturale svolta in questi due anni nel Cinema America. Si è discusso della nuova situazione che si è determinata negli ultimi giorni ed essendo volontà di tutti che l’edificio non torni ad essere l’ennesimo cinema abbandonato della città, ci siamo riconvocati durante la prossima settimana.

È stata inoltre espressa la preoccupazione che durante questi giorni non si effettuino manomissioni all’edificio, pertanto l’Assessore Caudo ha rassicurato gli ex occupanti rispetto al fatto che chiederà al Municipio massima attenzione e vigilanza.
Durante l’incontro è stato inoltre comunicato da parte dell’Assessore che è stato fissato un incontro con la proprietà la prossima settimana.

Sdegno e sostegno al Cinema America viene espresso anche dai professori della facoltà di architettura della Sapienza: “Dopo lo sgombero del Cinema America di Trastevere dai ragazzi e dagli abitanti di Trastevere che finora ne avevano garantito la salvaguardia e la rinascita con una pacifica occupazione, docenti e studenti della Facoltà di Architettura della Sapienza hanno firmato un appello al Sindaco Marino perchè intervenga direttamente in prima persona a tutelare la storica sala cinematografica dalle mire speculative dei proprietari che ne vorrebbero la demolizione/trasformazione d’uso per costruire mini appartamenti di lusso.”

Ancora una volta le istituzioni rischiano di perdere, se ce ne ancora, la fiducia dei cittadini.

Redazione

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top