Roma. Come strumentalizzare una tragediaTribuno del Popolo
sabato , 25 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Roma. Come strumentalizzare una tragedia

A Roma una tragedia colpisce un’intera famiglia. Immediata la strumentalizzazione sull’accaduto da parte di una classe politica che sta facendo galleggiare l’Italia nell’immobilismo.

Fonte: Oltremedianews

Una donna e 2 bambini morti, un’altra bambina in ospedale in fin di vita e un uomo, anch’egli in ospedale distrutto per la strage che ha colpito la propria famiglia. Questo lo scenario in cui si sono trovati gli abitanti di Via Carlo Felice (Quartieresan Giovanni) e gli occupanti del Sans Papiers, Centro sociale occupato da 10 anni a Roma.

Immediata la strumentalizzazione di chi vuol nascondersi, ancora una volta, dietro un dito facendo finta di analizzare il problema dell’immigrazione e dell’abitare. Immediatamente il Sans Papiers e le occupazioni in generale diventano il capro espiatorio per Khalid Chaouki deputato Pd e responsabile immigrazione del Partito Democratico di Roma: “La tragica notizia del ritrovamento del corpo di una donna marocchina e dei suoi due bambini nel Centro Sociale Sans Papiers, sottolinea ancora una volta linadeguatezza dei centri e delle strutture occupate abusivamente nella Capitale– sottolinea in una nota – Occorre prendere una posizione netta contro queste situazioni di illegalità per garantire il bene di chi abita in quelle strutture e per risanare quei contesti dove migliaia di persone continuano a vivere in condizioni disumane e fuori da qualsiasi tipo di controllo”.

Si limita a rimarcare l’illegittimità di chi vive in quel palazzo senza analizzare realmente il perché quella gente vive in un palazzo occupato, senza chiedersi come mai le occupazioni abitative a Roma, e non solo, sono in forte aumento; afferma che bisogna “garantire il bene di chi abita in quelle strutture”, senza pensare che forse bisognerebbe garantire il bene di chi dovrebbe avere il diritto ad un lavoro per poter vivere e non sopravvivere, si dovrebbe pensare a garantire chi non ha la possibilità di avere un tetto sopra la propria testa.
Il deputato Pd e tutta la classe politica italiana, devono capire che tanta gente non vuole rimanere nell’immobilismo in cui loro ci vogliono far vivere.

Lo sciacallaggio dei media continua, addirittura qualcuno chiude un articolo di cronaca nera in questo modo: “A destra del portone c’è la serranda del centro sociale Sans Papiers, manifesti rossi, annunci di iniziative e scioperi per la casa. E qualcuno ricorda ancora la cacciata con la forza, undici anni fa, del portiere, allora l’ultimo abitante rimasto nel palazzo della Banca d’Italia, chiuso perché doveva essere ristrutturato. Ma è rimasto così.”

Nicola Gesualdo 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top