Roma. Si scatena la guerra tra poveri a Tor Sapienza, interviene la poliziaTribuno del Popolo
lunedì , 23 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Roma. Si scatena la guerra tra poveri a Tor Sapienza, interviene la polizia

Roma. Si scatena la guerra tra poveri a Tor Sapienza, interviene la polizia

Torna la guerra tra poveri a Roma, per la precisione a Tor Sapienza dove la rabbia dei residenti  e di alcuni estremisti di destra si è scatenata contro i migranti del centro d’accoglienza di viale Morandi. Solo l’intervento della polizia ha evitato il peggio e un vero e proprio linciaggio. Un altro campanello d’allarme che ci segnala come la disperazione e il razzismo stiano prendendo il sopravvento nelle periferie. 

A decine con spranghe, pietre e bastoni nella giornata di ieri hanno provato a farsi giustizia da soli in viale Morandi a Tor Sapienza in quel di Roma. Giustizia da cosa non si sa dal momento che i rifugiati del centro d’accoglienza della zona, una sessantina di nigeriani, sono stati accusati senza uno straccio di prova di aver fatto aggressioni, scippi e molestie nel quartiere. Così circa 200 persone hanno deciso di sostituirsi alla polizia e di tentare un orrendo linciaggio, tanto più orrendo perchè rientra all’interno della miserabile categoria della guerra tra poveri. Tra i manifestanti che sobillavano la folla, come segnalato da ROMA TODAY, anche molti personaggi che inneggiavano al Duce, altro elemento che la dice lunga sulla natura di queste jacquerie popolari. Alla fine solo la presenza delle forze dell’ordine ha evitato il peggio, con i manifestanti che hanno lanciato pietre e altri oggetti contro il centro di assistenza costringendo i nigeriani a rifugiarsi nei piani alti. Solo la celere alla fine ha placato gli animi ma il lancio di sassi e bottiglie è continuato oltre la mezzanotte, con gli abitanti di Tor Sapienza che si sono dato appuntamento a questo pomeriggio per un nuovo presidio. L’elemento inquietante è che sembra che ci siano gruppi di estremisti di destra a capeggiare la protesta, sempre Roma Today ha parlato di un manipolo di neofascisti che avrebbe arringato la folla con inni razzisti e quant’altro.  Il leit motiv di queste proteste contro gli immigrati è la richiesta di sicurezza con gli extracomunitari che vengono eletti a capro espiatorio da parte della società, antichi fantasmi quelli dei pogrom contro gli stranieri che ritornano in questa Roma impoverita e imbruttita della crisi che ha morso con ferocia in alcune zone periferiche. Insomma la sensazione è che la situazione stia progressivamente precipitando con la società che al posto che capire i motivi profondi del degrado  e della crisi economica preferisce scegliere un “nemico” contro cui mobilitarsi. La speranza è che le autorità agiscano per tempo ed energicamente per impedire che fatti come questo possano ripetersi.

Photo Credit: Roma Today

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top