Romania. In diecimila in piazza contro il risultato delle presidenzialiTribuno del Popolo
venerdì , 21 luglio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Romania. In diecimila in piazza contro il risultato delle presidenziali

Erano oltre 10.000 i manifestanti che sono scesi in piazza in diverse città della #Romania per protestare contro il risultato delle presidenziali del 2 novembre. Si critica il governo di aver impedito il diritto al voto a molti dei cittadini rumeni residenti all’estero.

Erano oltre diecimila i cittadini rumeni che hanno deciso di aderire alle proteste del fine settimana convocate per protestare contro il risultato delle elezioni presidenziali svoltesi il 2 novembre. Nell’occhio del ciclone il governo, accusato di aver volutamente limitato il diritto al voto dei cittadini rumeni residenti all’estero. Sarebbero migliaia i cittadini rumeni regolarmente residenti all’estero cui sarebbe stato impedito di votare a causa del numero insufficiente di seggi aperti presso le rappresentanze diplomatiche di Bucarest in diversi paesi europei. Secondo i risultati ufficiali resi noti dalle autorità l’attuale primo ministro Victor Ponta è stato riconfermato con il 40% delle preferenze seguito dal leader del conservatore Partito Nazionale Liberale (Pnl) che avrebbe raccolto il 30% delle preferenze. Domenica prossima si svolgerà il ballottaggio tra i due in un clima invelenito dalle proteste degli ultimi giorni. Secondo molti infatti i dati dei cittadini all’estero avrebbero stravolto il risultato andando a ingrossare i consensi del leader dei conservatori che avrebbe ottenuto più del 46% delle preferenze contro il 18% di Ponta. Intanto il presidente uscente, Traian Basescu, ha chiesto ieri le dimissioni del ministro degli Esteri Titus Corlatean per la sua incapacità nell’organizzazione del voto all’estero, dimissioni che sono arrivate oggi. 

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top