Rompiamo il silenzio mediatico sul processo Marlane-MarzottoTribuno del Popolo
sabato , 21 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Rompiamo il silenzio mediatico sul processo Marlane-Marzotto

Rompiamo il silenzio mediatico sul processo Marlane-Marzotto

Continua il silenzio mediatico sul processo Marlane-Marzotto di Praia a Mare. Un processo che vede imputati proprietari e dirigenti della Marlane, della Lanerossi e della Marzotto difesi da avvocati molto famosi. Gli imputati eccellenti sono accusati di reati quali omicidio colposo plurimo, lesioni gravissime, disastro ambientale.

Fonte: Marx21.it

Sono più di quindici anni che si chiede il diritto costituzionale ad ottenere giustizia per quanto accaduto nello stabilimento calabrese di proprietà prima della Lanerossi e, infine, della Marzotto. Sono più di quindici anni che si tenta di rompere la coltre di omertà e indifferenza che ha nascosto la vicenda e che ha permesso di trascinare il processo per tutti questi lunghissimi anni.

I fatti raccontano che tra i circa mille operai che hanno lavorato nello stabilimento Marlane di Praia a Mare, moltissimi si sono ammalati di tumore e decine sono morti (per alcune stime attendibili, le vittime, sono oltre cento). Una percentuale altissima. I fatti raccontano di un grave inquinamento riscontrato nei pressi dello stabilimento calabrese. Un inquinamento tale da iscrivere il sito tra quelli da bonificare quanto prima. I fatti raccontano di innumerevoli tentativi, da parte degli avvocati che difendono gli imputati eccellenti, di rinviare il processo, di sospenderlo, di non farlo svolgere, di arrivare alla prescrizione. I fatti, oggi, raccontano di proposte di patteggiamento rivolte ai parenti delle vittime che si sono costituiti parte civile ai quali viene richiesto di accettare qualche migliaio di euro in cambio del loro ritiro dal processo. Una pressante richiesta di accordo che evidenzia la volontà di sfruttare la rassegnazione e le necessità materiali delle vittime per ottenere in cambio una sorta di “perdono”, i vantaggi processuali che ne deriverebbero e, soprattutto, quelle attenuanti che porterebbero ad una probabile diminuzione dei tempi necessari per la prescrizione.

Questi sono i fatti. Fatti volutamente ignorati dai più diffusi mezzi di informazione nazionali che si sono limitati a qualche sporadica notizia spesso di difficile comprensione.

Così, grazie alla mancanza di informazione (rotta solo dalla caparbietà e dal coraggio di qualche lavoratore sopravvissuto, di qualche sindacato considerato “minore”, di qualche associazione ambientalista, di qualche piccolo partito, di qualche giornale a diffusione locale), si conosce poco o nulla di quello che è successo nella Marlane-Marzotto e del processo che si sta svolgendo presso il tribunale di Paola.

Noi riteniamo che oggi sia compito soprattutto di chi non è direttamente e personalmente coinvolto nel processo (e che, quindi, non deve decidere se accettare o meno il patteggiamento proposto) esigere che si sappia la verità su cosa è successo nello stabilimento di Praia a Mare e che venga fatta giustizia per quella che è, nei fatti, una delle più grandi e dimenticate tragedie del lavoro avvenuta nel nostro paese.

Chiediamo al quelle forze politiche che sono state fino ad oggi silenziose ed assenti, alle associazioni democratiche, alle maggiori organizzazioni sindacali troppo spesso indifferenti, a tutti i cittadini di uscire dal torpore e far sentire la propria indignazione per quanto successo alla Marlane.

Chiediamo a tutti di firmare il presente appello per conoscere la verità e ottenere finalmente quella giustizia finora negata alle vittime della Marlane-Marzotto di Praia a Mare.

Primi firmatari:

Giorgio Langella

Giovanni Guzzo
Cesare Procaccini
Manuela Palermi
Oliviero Diliberto
Maria Rosaria Baldin
Guido Comazio
Francesco di Cataldo
Renzo Pietribiasi
Anna Maria Magagnato
Giovanni Caneva
Luc Thibault
Donato Ianaro
Marina Alfier
Ezio Lovato
Andrea Pastorello
Gloria Berton
Renato Comito
Margherita Fusari
Urbano Boscoscuro
Marco Sulas
Gianni Battistella
Giancarlo Bottini
Luciano Bottini
Peppina Manca
Maristella Viola
Valerio Beccegato
Dario Marini
Marco Garavello
Gregorio Tognazzo
Emilia Butturini
Martino Braccioforte
Gaetano Cirone
Umberto Vigna
Arnaldo Paganella
Mario Parissenti
Michelangelo Tripodi
Saverio Valenti
Egidio Carbone
Riccardo Mittica
Pietro Ciardullo
Peppino Marincolo
Gilberto Gambelli
Maurizio Musolino
Mauro Gemma
Gaetano Cirone
Edoardo Cecchinato
Giovanni Sante Baron

Le adesioni si raccolgono in

https://www.facebook.com/raccoltafirme.marlane

oppure

https://www.change.org/it/petizioni/raccolta-firme-per-rompere-il-silenzio-mediatico-sulla-marlane-marzotto-chiediamo-a-tutti-di-firmare-il-presente-appello-per-conoscere-la-verit%C3%A0-e-ottenere-finalmente-quella-giustizia-finora-negata-alle-vittime-della-marlane-marzotto-di-praia-a-mare#

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top