Russia e Cina rafforzano i loro legamiTribuno del Popolo
venerdì , 24 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Russia e Cina rafforzano i loro legami

Se gli Usa avevano in mente di isolare e indebolire la Russia e la Cina hanno, almeno finora, commesso un grave errore. Mosca e Pechino infatti nonostante le sanzioni occidentali nei confronti di Mosca hanno stretto legami sempre più forti e si apprestano a influenzare i processi mondiali dell’immediato futuro.

Dalla caduta del Muro a oggi i nuovi “nemici” degli Stati Uniti sono diventati i cinesi e poi, con l’inizio del XXI secolo, i soliti russi. Il motivo lo abbiamo già evocato più volte, con Vladimir Putin il Cremlino ha ricominciato a fare i propri interessi strategici ed economici e non più quelli degli Stati Uniti, di conseguenza Mosca è diventata un nemico della Casa Bianca abbastanza velocemente. I fatti in Ucraina hanno impresso in questo senso una brusca accelerata e le sanzioni dell’Occidente ai danni della Russia ci raccontano del sentimento di russofobia che si è impossessato dei paesi in orbita Nato. L’intento dichiarato delle sanzioni era quello di isolare la Russia portandola al tracollo ma l’Occidente ha mostrato ancora una volta una totale miopia in quanto la Russia al posto che indebolirsi sembra essersi rafforzata stringendo legami ancora maggiori con la Cina.

Inoltre secondo molti il vero obiettivo della politica estera Usa non sarebbe la Russia bensì la Cina, e si colpirebbe Mosca per indebolire indirettamente Pechino. Ma il risultato di questa politica è che Russia e Cina, oggi, hanno rafforzato la loro cooperazione e la propria alleanza strategica, andando oltre le sanzioni dell’Occidente che non possono scalfire la rinnovata alleanza economico-strategica tra i due colossi asiatici. Le industrie russe stanno sempre di più creando mercati atti ad accogliere i propri prodotti in Cina, specialmente nell’ambito dei prodotti a basso impatto ambientale di cui vi è grande richiesta. Insomma chiudendo alla Russia la porta dell’Europa con la Nato che effettua esercitazioni nell’Est Europa e fomenta i sentimenti anti-russi, si è spinto Mosca sempre di più a Est tra le braccia di Pechino, e questa mossa potrebbe risultare assai deleteria per  gli Stati Uniti. Inoltre la Cina è interconnessa economicamente con gli Stati Uniti rendendo più complessa la situazione ma secondo molti analisti avrebbe tutto l’interesse ad approfondire i legami con la Russia anche perchè si porrebbero le basi per un mondo finalmente multipolare. Si pensi poi alla difficile situazione nel Mar Cinese del Sud con gli Stati Uniti che hanno fatto aumentare la tensione nei confronti di Pechino, una situazione esplosiva che rischia di portare instabilità e di far precipitare le relazioni tra americani e cinesi, già peraltro tesi.

Inoltre gli Usa sapendo che la loro potenza è ormai declinante sanno benissimo che una alleanza Pechino-Mosca sarebbe in grado di detronizzarli dal ruolo di gendarme globale, proprio per questo stanno facendo di tutto per incendiare più paesi possibile in modo così da espandere la cintura di instabilità e cercare in qualche modo di minare l’alleanza tra Russia e Cina. Finora però stanno fallendo, con tutte le conseguenze del caso.

Tribuno del Popolo

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top