Russia e Iran: quell'alleanza che fa paura alla Casa BiancaTribuno del Popolo
domenica , 22 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:
Russia e Iran: quell’alleanza che fa paura alla Casa Bianca

Russia e Iran: quell’alleanza che fa paura alla Casa Bianca

Il presidente russo Vladimir Putin potrebbe visitare Teheran il prossimo mese secondo diversi quotidiani. Sul tavolo una possibile fornitura da parte di Mosca di missili antibalistici che la Repubblica Islamica userebbe per proteggere le sue centrali nucleari. 

Per capire quello che sta succedendo in Iran bisognerebbe riavvolgere la bobina di qualche giorno, per la precisione alla scorsa settimana quando il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha detto che la dead line per il progetto nucleare iraniano sarebbe ormai alle porte. Tradotto, Israele interverrà con o senza gli Stati Uniti contro l’Iran nel momento in cui dovesse accorgersi che Teheran sia a un passo dal completamento del suo progetto nucleare che, fino a prova contraria, ha solo scopi civili. A scompaginare il quadro però ci sta pensando la Russia che si sta già contrapponendo agli Stati Uniti e a Israele in Siria. Vladimir Putin infatti, secondo il giornale iraniano Mehrnews, si recherà a Teheran il prossimo mese. Sul tavolo ci sarebbe anche un incontro con il nuovo presidente iraniano per discutere dell’invio di una partita di missili antibalistici da parte di Mosca alla Repubblica Islamica che li utilizzerebbe per difendere le sue centrali nucleari dai blitz americano-israeliani. Putin dovrebbe raggiungere l’Iran il 12 agosto per incontrarsi con il neo-eletto presidente Hassan Rouhani, come sottolineato anche giornale russo Kommersant, che ha citato fonti anonime. Secondo Mehrnews invece Putin arriverà in Iran il 16 agosto, anche se non ha citato fonti a riguardo. Il viaggio di Putin sarà la prima visita di un capo di Stato straniero in Iran dopo l’elezione di Rouhani che sostituisce Mahmoud Ahmadinejad al capo del governo iraniano. I due leader dovranno discutere di molti temi economici e politici, a cominciare dal controverso programma nucleare, e sicuramente se l’accordo militare dovesse venire confermato, ci saranno molte polemiche. La Russia avrebbe offerto all’Iran di acquistare il sistema di difesa missilistica S-300VM Antey-2500, si tratterebbe di un “cugino” degli S-300, a lunga gittata, che erano stati sviluppati dalle forze aeree sovietiche.Secondo il quotidiano Kommersant questo sistema di difesa missilistico sarebbe stato offerto a Teheran il mese scorso, si tratterebbe quindi di un avvicinamento tra l’Iran e Mosca dopo che il Cremlino nel 2007 ha fatto un passo indietro limitando la cooperazione militare con l’Iran a causa delle pressioni dell’Occidente. Secondo alcuni esperti militari se l’Iran dovesse mettere le mani sui sistemi missilistici russi riuscirebbe a ottenere la possibilità di difendersi dall’imminente attacco israeliano dal momento che le batterie di missili S 300VM sarebbero in grado di colpire bersagli multipli a grande velocità avendo un raggio d’azione di oltre duecento chilometri per gli aerei e di quaranta per i missili balistici. Un team ben allenato sarebbe in grado di mettere i missili in posizione in meno di sei minuti. Anche il Venezuela ha recentemente acquistato due batterie di missili da Mosca nell’aprile del 2013, e non è escluso che anche Turchia e India possano imitarlo.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top