Russia. La Duma vuole giudicare Gorbaciov per la dissoluzione dell'UrssTribuno del Popolo
martedì , 17 ottobre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Russia. La Duma vuole giudicare Gorbaciov per la dissoluzione dell’Urss

Quello che successe nel 1991 avrebbe cambiato radicalmente la storia della Russia e del mondo. A distanza di oltre vent’anni però c’è ancora chi vuole sapere la verità riguardo a quello che successe nelle stanze del Cremlino. Un gruppo di deputati della Duma di Mosca ha quindi deciso di fare luce e di preparare una richiesta al procuratore generale russo Yuri Chaika per verificare il comportamento di Gorbaciov al momento della dissoluzione dell’Urss.

Perchè tornare a occuparsi di fatti ormai passati e sbiaditi dal tempo? Semplice perchè quello che successe il 4 novembre 1991 cambiò per sempre il corso della storia portando alla dissoluzione dell’Urss e del socialismo reale. Da quel momento in poi si sono innestati cambiamenti radicali che hanno modificato, e in peggio, la situazione nell’Est Europa e in Russia. Ora un gruppo di deputati russi della Duma di Stato ha deciso di preparare una richiesta da inviare al procuratore generale russo Yuri Chaika per effettuare un controllo del pubblico ministero riguardo agli eventi che si verificarono in concomitanza con il crollo dell’Urss. A essere nell’occhio del ciclone è Mikhail Gorbaciov che, secondo il quotidiano Izvestia, i parlamentari si aspettano di mettere sotto accusa. Secondo i parlamentari i cittadini sovietici avrebbero indicato in un referendum di essere favorevoli al mantenimento dell’unità dell’Urss mentre alti dirigenti sovietici avrebbero commesso atti illegali che causarono il collasso del Paese. In quei giorni convulsi inoltre sembra che il Procuratore generale avesse avviato una causa contro il presidente Gorbaciov, poi lasciata cadere il giorno dopo sotto la pressione degli eventi. Insomma in quei momenti vennero prese decisioni sostanzialmente illegali secondo la Costituzione, come ad esempio la concessione dell’indipendenza alle repubbliche sovietiche del Baltico. A chiedere questa verifica su quanto successo alcuni membri del partito di Putin Russia Unita, ma anche membri del Partito Comunista. Intanto l’Ufficio Deputati della Procura Generale ha indicato che crimini di questo tenore non possono andare in prescrizione e che Gorbaciov stesso non avrebbe, a oggi, alcuna immunità contro l’ eventuale accusa.

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/alexminza/72006874/”>Alex Minza</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.0/”>cc</a>

Leggi l’articolo originale qui: http://itar-tass.com/politika/1110010

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Un commento

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top