Sandy. L'uragano della vergogna oscurato dai media | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
sabato , 21 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Sandy. L’uragano della vergogna oscurato dai media

Tutti i giornali hanno messo in prima pagina le foto delle devastazioni dell’uragano Sandy negli Stati Uniti. Nessuno ha parlato dei danni causati dallo stesso uragano a Cuba, come se le vite umane e i danni procurati nell’isola caraibica siano di “serie B”.

La realtà ormai, in un mondo globalizzato e sempre più informatizzato, rischia di venire costruita in vitro, negli uffici delle tv e dei giornali. Basta non parlare di un fatto insomma, e si potrà far finta che non sia mai esistito. E’ un pò quello che è successo all’uragano Sandy che ha messo in ginocchio tutta la West Coast degli Stati Uniti provocando un bilancio di 48 morti e causando oltre 50 milioni di dollari di danno. Peccato che giorni prima l’uragano Sandy si fosse abbattuto anche sui Caraibi, su Cuba ad esempio, dove il vento ha fischiato a oltre 200km/h devastando interamente paesi e città nel silenzio assordante dei media. Non ci sarà nessuna raccolta fondi per ricostruire Cuba, Stato canaglia e dittatoriale secondo il mainstram, stato che subisce un embargo ma che non per questo rinuncia a dare ai suoi cittadini sanità e istruzione gratuiti.  Chi sfida l’establishment però paga in tutti i modi possibili, così l’uragano che ha devastato Cuba per cinque ore non ha fatto notizia. La prima città ad essere colpita e ad aver riportato anche danni maggiori è stata Santiago, che è rimasta quasi del tutto allagata. I soccorsi non hanno potuto agire con tempestività, anche a causa del fatto che le comunicazioni sono state messe in difficoltà dai danni subiti dalle linee elettriche e telefoniche. Il governo cubano ha subito dichiarato  lo stato di emergenza per tre province nella zona a sud est dell’isola. Tuttavia non ci sono stati feriti. Il presidente cubano Raùl Castro ha dichiarato che tutti riceveranno l’assistenza di cui hanno bisogno. Molti cubani a causa dell’uragano hanno perso tutto, e solo il governo potrà ridare loro la dignità portata via dal vento e dalle piogge torrenziali. Di tutto questo i media tacciono ci sentiamo di dire in modo disgustoso, e preferiscono proporci le foto dei parcheggi di taxi allagati di New York, perchè si sa, i ricchi in questo sistema sociale ed economico che ci hanno imposto valgono più dei poveri.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top