Sardegna. Sconfitto il centrodestra, esulta PigliaruTribuno del Popolo
giovedì , 30 marzo 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Sardegna. Sconfitto il centrodestra, esulta Pigliaru

Arriva la prima “scoppola” per il centrodestra dopo la sconfitta nelle elezioni regionali in Sardegna di Ugo Cappellacci. Esulta Francesco Pigliaru, candidato del centrosinistra del Pd appoggiato anche da Sel, Prc e Pdci.

Alla fine Francesco Pigliaru ce l’ha fatta, non che fosse una sorpresa dal momento che in merito alle regionali in Sardegna quasi tutti gli opinionisti avevano previsto l’affermazione dello schieramento di centrosinistra. Troppe le polemiche rispetto alla vecchia gestione di Cappellacci, troppo debole la sua ricandidatura per delle elezioni che cadevano in un momento significativo viste le convulsioni che stanno avvenendo al governo in quel di Roma. Sarà dunque Pigliaru il prossimo governatore della Sardegna e prenderà il posto di Cappellacci, che ha già chiamato il rivale per fargli auguri di rito. Il centrodestra ci ha creduto fino all’ultimo, ricordando che anche cinque anni fa tutti davano per sconfitto Cappellacci, e alla fine quello aveva vinto ribaltando i risultati. Questa volta no però, ed è il centrosinistra a stappare lo champagne esultando per aver conquistato un’altra regione al centrodestra, e Matteo Renzi esulta doppiamente dal momento che Pigliaru è, per l’appunto, un renziano doc. Un flop è stata anche la candidatura di Michela Murgia, una debacle prevedibile da alcuni ma che è stata una sorpresa per altri che avevano creduto nel suo progetto di una coalizione con tre liste indipendentiste, per lei solo il 10% dei consensi. Male anche il progetto della Zona Franca portato avanti da Gigi Sanna, candidato della coalizione che voleva una Sardegna senza imposte, e che ha preso solo lo 0,71% dei voti.  Preoccupa invece l’astensione, altissima come al solito dal momento che solo il 52,3% dei sardi ha voluto esercitare il diritto di voto. A pochi minuti dalla fine degli scrutini, Pigliaru era avanti  con il 43,08% rispetto al 36,68% di Cappellacci. All’interno dello schieramento del centrosinistra molto bene Sel con il 5,78%, e dignitosi Prc e Pdci che insieme hanno preso circa il 2%. Il Movimento Cinque Stelle invece non ha partecipato alla competizione elettorale.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top