"Schiaffo" della Merkel agli Usa sulla Siria: "Coinvolgere Assad nel dialogo"Tribuno del Popolo
domenica , 22 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

“Schiaffo” della Merkel agli Usa sulla Siria: “Coinvolgere Assad nel dialogo”

Svolta sulla Siria? Sicuramente non gradita a Washington dal momento che la cancelliera tedesca Angela Merkel ha detto a margine del vertice Ue di Bruxelles di auspicarsi che il dialogo sulla Siria coinvolga anche il presidente Bashar al-Assad. Si tratta di un cambio di strategia che toglie terreno sotto i piedi agli americani andando incontro alla proposta di Mosca. 

Dopo quattro anni di guerra, decine di migliaia di morti, un intero Paese distrutto dal di dentro, forse nelle ultime settimane si sta scrivendo una possibile svolta sul futuro del conflitto. Come tutti sanno infatti la Russia ha deciso di tendere la mano al governo di Damasco, peraltro in ottemperanza a trattati di amicizia e supporto militare preesistenti, e ha rotto gli indugi cominciando a inviare fattivamente cargo di armi e specialisti militari in Siria. Chiaramente il coinvolgimento russo potrebbe modificare i rapporti di forza sul terreno, visto e considerato che ogni tentativo dell’Occidente di indebolire l’Isis si è rivelato fin qui inutile dato che per la Casa Bianca lo Stato Islamico era ed è un nemico allo stesso modo del governo siriano. Gli Usa hanno ripetuto fino all’ossessione di volere che Assad rinunci al potere, fatto questo ovviamente non preso in considerazione dal governo siriano che si ritiene al contrario legittimo e legittimato anche da recenti elezioni. Anche i tentativi americani di formare dei ribelli da usare tanto contro Assad, quanto contro l’Isis, si sono rivelati del tutto infruttuosi, con il risultato che attrezzature militari e uomini sono passati dalla parte dei jihadisti (lo ha detto anche il Washington Post).

Ora però potremmo essere di fronte a una svolta dopo che Angela Merkel, cancelliera tedesca, ha detto a margine del vertice Ue di Bruxelles di voler cambiare strategia sulla Siria. La posizione delineata dalla Merkel infatti è molto più vicina a quella russa del passato dato che la cancelliera ha dichiarato: “Dobbiamo parlare con molti attori, compreso Assad, ma anche con altri” (Fonte Adnkronos, Rai News). Di sicuro alla Casa Bianca avranno preso queste parole con stizza e nervosismo dal momento che significano un sostanziale allineamento alla visione/soluzione della Russia. Non solo, la Merkel ha anche detto che i colloqui di pace non andrebbero condotti  ”solo con gli Stati Uniti e la Russia, ma anche con altri importanti partner regionali, come l’Iran, e Paesi sunniti, come l’Arabia Saudita“. Visto e considerato che gli Stati Uniti mediante John Kerry le hanno provate davvero tutte per convincere  la comunità internazionale ad accettare un intervento in Siria contro Assad, sicuramente non avranno preso molto bene l’apertura della Germania, e questo è anche la spia del fatto che la soluzione proposta dalla Russia per la Siria starebbe incontrando un favore crescente anche in Occidente. Se così fosse saremmo di fronte all’ennesimo fallimento della politica estera americana, un fallimento di cui alla Casa Bianca dovrebbero prendere atto al più presto.

@tribuno

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top