Schwarzer sospeso dall'Arma. La rabbia del padre di Aldrovandi | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
martedì , 30 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Schwarzer sospeso dall’Arma. La rabbia del padre di Aldrovandi

Per giorni tutti i media nazionali hanno parlato della sospensione di Alex Schwarzer dall’Arma a seguito della sua positività al doping a Londra 2012. Il padre di Federico Aldrovandi, il ragazzo ucciso anni fa dalla polizia senza motivo, ha però voluto esternare tutto il suo sdegno per l’ennesima storia di ingiustizie tutta italiana. 

Per giorni tutti i media nazionali ci hanno letteralmente bombardato con le immagini del marciatore altoatesino Alex Schwarzer in lacrime per aver gettato alle ortiche una promettente carriera da atleta. Schwarzernon era solo un’atleta, era anche un carabiniere, e si è reso colpevole di un reato odioso, il doping, ma certo meno grave di omicidi, furti, truffe e ricatti che si verificano quasi quotidianamente nella nostra povera Italia. Giusto quindi, anzi giustissimo che Schwarzer sia stato sospeso dall’Arma, ma la notizia ha scatenato la rabbia di uno che fino a questo momento è rimasto pazientemente in silenzio, in attesa di una tardiva e beffarda giustizia. Stiamo parlando del padre di Federico Aldrovandi, Lino, il ragazzo ucciso nel settembre 2005 dalla violenza della polizia a Ferrara, episodio per il quale sono stati condannati in via definitiva quattro agenti. “Schwazer sospeso dall’Arma, i poliziotti giudicati colpevoli della morte di Federico Aldrovandi invece lavorano come se niente fosse“, questo l’amaro e doloroso sfogo di un padre che ha perso suo figlio e che ha visto un intero Paese parlare della squalifica di Schwarzer ben più di quanto invece fece dopo la morte insensata di Federico. ”Schwazer cacciato dall’Arma: certo ha sbagliato, senza se e senza ma, ma non ha ucciso nessuno”, ha scritto Lino aggiungendo in riferimento alla vicenda del figlio: ”E chi con una divisa invece, ora pregiudicato, in cooperazione ha ucciso e si e’ comportato da scheggia impazzita in preda a delirio, ha bastonato, ha soffocato, ha ucciso, ha detto il falso, ha depistato, ha omesso, ha disonorato quella divisa compiendo di fatto un alto tradimento, nonche’ ha oltraggiato e offeso dopo una sentenza definitiva la madre della vittima?”.

Ogni commento è davvero superfluo.

VAI SULLA PAGINA FACEBOOK DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top