Sciacalli a "venti euro"Tribuno del Popolo
mercoledì , 24 maggio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Sciacalli a “venti euro”

Per “venti euro” le ragazzine rom che hanno fatto gridare allo scandalo avrebbero accettato di dire che guadagnano 1000 euro al giorno grazie a furti e rapine. Salvini e soci hanno ottenuto migliaia di “likes” utilizzando tale video come propaganda, ma Servizio Pubblico ha incontrato una delle ragazzine che ha ammesso di essere stata pagata dalla giornalista. 

Il video delle due ragazzine rom che annunciavano alle telecamere di vivere rubando e facendo rapine fino a racimolare mille euro al giorno ci aveva da subito lasciato perplessi. Era l’8 aprile e Matteo Salvini era ospite di Mattino 5, importante programma di Mediaset condotto da Federico Novella e Federica Panicucci. E’ proprio in questo contesto che è stato trasmesso il video dell’intervista a una ragazzina rom minorenne del campo di Castel Romano. La ragazzina di fronte alle telecamere ammetteva candidamente di rubare senza remore: “Chissenefrega se rubiamo a una vecchietta, tanto lei puoi muore. Io mi prendo i soldi e sto a posto”. In tanti sentendo le parole della ragazzina le hanno prese per vere anche se si vedeva lontano un miglio che si trattava di frasi artefatte, ancor più che sono state pronunciate da una minore. Nessuno poi ovviamente si è preso la briga di verificare che tali frasi fossero vere, eppure sono state date in pasto all’opinione pubblica e Salvini, ovviamente, ha messo la maschera migliore da sciacallo cogliendo la palla al balzo per scrivere su Facebook a commento di quel video: “Bisognerebbe radere al suolo i campi rom” . Ovviamente sono poi arrivati i “keyboard’s lions”, ovvero i leoni da tastiera che seguono Salvini su Facebook per commentare ogni suo post con foto del Duce, inviti ai forni e quant’altro, che vedendo il video dei rom hanno evocato soluzioni innominabili. Ora però, esattamente come previsto dalle persone di buonsenso, Servizio Pubblico ha smascherato questa ennesima farsa incontrando la ragazza protagonista di quel servizio: “Siamo uscite dalla scuola a San Paolo, ci ha visto la giornalista e ci ha dato 20 euro per dire queste cose: che noi rubiamo 1000 euro al giorno, che la vecchietta deve morire. Perché l’ho fatto? Ero fumata e lei mi ha dato 20 euro”. Insomma per venti euro offerte da una mirabile giornalista la ragazzina rom ha pensato bene di dire quello che Salvini e soci vorrebbero sentirsi dire. Insomma, piccoli Goebbels crescono, e laddove non è possibile trovare prove reali per supportare le proprie teorie, tantovale inventarle.

GUARDA IL VIDEO DI SERVIZIO PUBBLICO

 

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top