Sciacalli francesi sull'Egitto ?Tribuno del Popolo
giovedì , 19 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Sciacalli francesi sull’Egitto ?

 Il presidente francese François Hollande si è recato in Egitto per incontrare il presidente Al-Sisi al Cairo. Qui il presidente francese ha firmato ben 30 accordi commerciali e uno di vendita di equipaggiamenti militari da un miliardo di dollari.  In tanti si dicono indignati e allarmati, peccato che nessuno chieda di smettere di vendere armi all’Arabia Saudita. 

Nonostante ci siano molti coni d’ombra circa la morte di Giulio Regeni è indubbio che le fasi successive abbiano portato per certi versi alla rottura dei rapporti diplomatici tra Italia ed Egitto. Inutile dire che che Italia ed Egitto in precedenza avevano dei rapporti amichevoli e intrattenevano scambi commerciali per miliardi di euro. Ora tutto questo sembra essere in procinto di finire e non sta a noi giudicare se il governo italiano farà bene o male a farlo in nome della richiesta di verità per Regeni. Quello che si sa è che Hollande è andato in Egitto per incontrarsi con il suo omologo egiziano Al-Sisi al Cairo, ufficialmente per incrementare i legami militari. Inutile dire che Hollande, con molta realpolitik, ha scelto di ignorare la risoluzione del Parlamento europeo che chiede la sospensione dell’esportazione di armi all’Egitto, e inutile ricordare che anche l’Eliseo in teoria dovrebbe avere qualcosa da ridire alla volta dell’Egitto visto che nel 2013 il francese Lang era misteriosamente deceduto in una stazione di polizia egiziana dopo sette giorni di torture, una storia molto simile a quella di Regeni ma che evidentemente non ha impedito al governo francese di fare business. Non a caso Hollande al Cairo ha firmato ben 30 accordi commerciali e uno di vendita di equipaggiamenti militari da un miliardo di dollari, non proprio bruscolini. Del resto dal 2014 a oggi l’Egitto ha già speso miliardi di dollari in armi francesi, e la sensazione è che ne spenderanno altri. Non a caso Hollande è stato apertamente criticato anche in Francia con diversi gruppi per i diritti umani che hanno inviato una lettera aperta a Le Monde per chiedere a Hollande di protestare contro Il Cairo. Non a caso tali gruppi, tra cui Amnesty Internation Francia, Human Rights Watch hanno detto che la Francia si sta assumendo una responsabilità molto pesante. Eppure bisogna anche ricordare che l’Occidente vende abitualmente armi all’Arabia Saudita, che peraltro le usa quotidianamente in Yemen anche su civili senza che nessuno abbia mai realmente preso in considerazione l’ipotesi di boicottare i sauditi.

Photo Credit: By Mgtxx (Own work) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top