Se Forza Nuova prova a uscire dalle fogne... | Tribuno del PopoloTribuno del Popolo
mercoledì , 18 gennaio 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Se Forza Nuova prova a uscire dalle fogne…

Il 29 settembre 1944 avvenne la terribile strage di Marzabotto.Proprio in questa data, nel 2012 Forza Nuova, sta cercando di organizzare manifestazioni locali ma su scala nazionale in tutto il paese. Avellino, Bari, Brescia, Cuneo, Rimini, Udine e altre città vedranno il tentativo di questi fascisti di marciare per le nostre strade.

Tratto da http://oraesemprepartigiani.wordpress.com/chi-siamo-contatti/

Questo partitucolo neo-fascista lo conosciamo purtroppo bene: è il diretto concorrente di Casapound nella difesa degli “ideali” fascisti, volendo incarnare il modello di struttura partitica organizzata e strutturata nazionalmente. Fino a qualche anno fa aveva un certo peso politico, seppur residuale, finchè cioè era utile a Berlusconi a fornire la copertura ideologica al centrodestra nelle elezioni e ad ottenere così uno zero virgola qualcosa in più a livello elettorale raschiando il fondo del barile di qualche vecchio fascista oppure di qualche giovane esaltato. In questo ruolo è stato poi via via sostituito dalla Destra di Storace che è vista come più presentabile.

Eppure in questi giorni Forza Nuova sta cercando di rialzare la testa e di far parlare di se con questi cortei che gli dovrebbero dare la parvenza di poter coprire tutto il territorio nazionale.

Premettendo che è assolutamente inaccettabile che non venga applicata la XII Disposizione Transitoria e Finale della Costituzione che comporterebbe lo scioglimento immediato di questa organizzazione, riteniamo quasi altrettanto grave che i Comuni e le Prefetture abbiano autorizzato questi cortei e come Federazione Giovanile Comunisti Italiani uniamo le nostre voci con quelle dell’Anpi il cui presidente nazionale Carlo Smuraglia in questi giorni sta duramente contestando queste manifestazioni, ci uniamo alle voci dei comitati antifascisti locali e nazionali che chiedono di non concedere le piazze ai fascisti e saremo in piazza insieme proprio all’Anpi e ai comitati per contestare questo terribile vulnus democratico.

Ivano Osella

Responsabile Nazionale Antifascismo FGCI

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top