Se gli Usa volessero l'Isis potrebbe essere cancellato facilmenteTribuno del Popolo
giovedì , 14 dicembre 2017
Ultime Notizie
Link Sponsorizzati:

Se gli Usa volessero l’Isis potrebbe essere cancellato facilmente

Con i suoi bombardamenti Usa e Nato hanno disgregato e sconfitto la Jugoslavia, distrutto l’Iraq di Saddam e la Libia di Gheddafi senza colpo ferire. La Casa Bianca ha anche inviato analisti e aiuti a Kiev, ma stranamente lo Stato Islamico continua la sua avanzata e i raid aerei non servono assolutamente a fermarli…

Potrebbe sembrare una provocazione ma non lo è. Come mai lo Stato Islamico, lo Stato del terrore che minaccia di ammazzare tutti gli occidentali a casaccio, viene solo colpito dall’altro con dei raid aerei? Ufficialmente perchè Obama questa volta vorrebbe evitare i “Boots on the Ground“, ovvero che i soldati americani vengano attivamente impiegati in un teatro di guerra. Peccato che gli americani siano ancora in Afghanistan, e peccato che molti analisti americani secondo diverse fonti sarebbero attivi da mesi in Ucraina, almeno dall’aprile, come venne sottolineato anche dal Sole 24 Ore (http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-04-09/in-ucraina-si-rivede-blackwater-che-pero-adesso-si-chiama-greystone-180411.shtml?uuid=AB9R8i9). Insomma la “minaccia” di Putin fa spostare missili, uomini, aerei, invece quella dannatamente reale dello Stato Islamico riesce al massimo ad autorizzare dei raid dall’alto che non servono assolutamente a nulla dal momento che i miliziani islamici ormai si muovono in ordine sparso e dal momento che ai raid partecipano paesi come Arabia Saudita e Qatar che con l’altra mano finanziano gli stessi jihadisti. Non solo, la Turchia ha ospitato basi dell’Isis, ha aiutato miliziani a raggiungere la Siria e ha trattato con l’Isis, considerando l’unico problema della regione il governo siriano di Assad, peraltro, aggiungiamo noi, piaccia o no l’unico legittimo e legittimato a usare la forza in Siria. E invece Ankara sostiene che interverrà in Siria solo se Assad verrà rimosso, come a dire che la Turchia non intende intervenire solo contro i propri interessi. E sembra  a dir poco incredibile che la Nato e gli Usa, dopo aver piegato la Jugoslavia di Milosevic con bombardamenti terrificanti, ora non riescano a fermare lo Stato Islamico. Inoltre non riusciamo a capire perchè i soldati americani sono stati mandati in Iraq contro Saddam sulla base di prove false e non vengano mandati in Medio Oriente a combattere personaggi che decapitano donne e bambini e minacciano di mettere il mondo a ferro e fuoco. Secondo il rasoio di Occam forse la soluzione è quella più semplice, ovvero che in qualche modo l’Occidente si serva indirettamente o meno dell’Isis per ben altri obiettivi strategici. Insomma il paese più forte al mondo se vuole può, e invece ci fa credere di non riuscire a battere 30-40.000 miliziani islamici nel mondo dei satelliti, dei missili intelligenti e delle bombe ad area. Davvero singolare come tutti i media si bevano questa visione di questa guerra, mentre intanto gli unici che combattono sul terreno l’Isis sono i soldati siriani, Hezbollah e i curdi. Gli altri parlano, e appunto, non fanno nulla.

VAI SULLA PAGINA FB DEL TRIBUNO

Link Sponsorizzati:

Commenti chiusi.

Link Sponsorizzati:
Scroll To Top